in ,

Loris Stival news: depositata perizia video, ma restano dubbi su immagini cruciali

Ha avuto luogo stamani alle 9,30, davanti al giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Ragusa, Claudio Maggioni, l’udienza per il deposito delle immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza pubblici e privati di Santa Croce Camerina (RG), lungo il percorso in auto fatto da Veronica Panarello la mattina in cui il figlio Loris fu ucciso.

Quelle immagini, oggetto di un lungo incidente probatorio che ha avuto inizio il 13 aprile scorso e si è conlcuso qualche giorno fa, rappresentano la prova regina sulla base della quale la Procura e il Riesame hanno deciso che la madre di Loris debba restare in carcere. Eppure da quell’atto irripetibile, che prevedeva il trasferimento di tutte le immagini riprese dalle telecamere dai 28 hard disk dei pc acquisiti a Santa Croce Camerina ai dvd forensi, oggi consegnati alle parti, emergerebbero molti dubbi.

Ne ha dato anticipazione il legale della Panarello, Francesco Villardita, ed oggi la notizia sta acquisendo corpo: ci sarebbero infatti alcuni dvr danneggiati o rotti – e quindi inutilizzabili – già impugnati dalla difesa della 26 enne. Tra questi, proprio quello che avrebbe ripreso Veronica a bordo della sua Polo svoltare verso la strada che porta al canalone del Mulino Vecchio, dove il piccolo Loris fu ritrovato cadavere. “Ho evidenziato l’assenza della indagata in aula” – ha inoltre obiettato stamani l’avvocato Villardita a margine dell’udienza – “mentre secondo il codice di procedura penale aveva diritto di esserci. Ora aspettiamo l’udienza preliminare”.

ricette dolci detto fatto

Ricette dolci Detto Fatto: il banana splash di Paolo Griffa

pixoppia app che aiuta bambini autismo

Pixoppia: l’App che aiuta i bambini autistici ad esprimere le emozioni