in ,

Loris Stival news processo, no a confronto con il suocero: duro colpo alla difesa di Veronica Panarello

Sembrerebbe ormai assodato che il faccia a faccia con il suocero chiesto da Veronica Panarello non avrà luogo. La donna, in carcere con l’accusa dell’omicidio premeditato del figlio di 8 anni, Loris Stival, è ritenuta dai magistrati l’unica e sola colpevole del delitto, benché lei abbia chiamato in correità il padre di suo marito il quale, alla luce di ulteriori accertamenti disposti dalla procura di Ragusa, sembrerebbe totalmente estraneo alla vicenda omicidiaria.

La Panarello chiede da mesi ai magistrati la possibilità di ‘affrontare’ a quattr’occhi il suocero Andrea Stival, convinta di poterlo far vacillare incalzandolo, ma gli inquirenti sarebbero convinti dell’inutilità, ai fini delle indagini e del processo, di un confronto all’americana tra suocero e nuora. Andrea Stival tuttavia si è sempre detto disponibile anche al colloquio da lei richiesto e di non avere niente da temere perché certo della sua estraneità ai fatti contestatigli.

Il Gip Andrea Reale avrebbe dunque rigettato (questa è la seconda volta) la richiesta del confronto tra imputata e suocero inoltrata dalla difesa. A darne conferma è il settimanale Giallo. Andrea Stival è stato indagato dalla magistratura inquirente, ma solo come atto dovuto. Forte di un alibi di ferro (la mattina del delitto, 29 novembre 2014, era infatti insieme alla sua compagna) anche a seguito degli ultimi e ulteriori accertamenti sarebbe risultato estraneo all’omicidio. Dopo questo ulteriore ‘no’ da parte del giudice, la posizione di Veronica Panarello si è fatta dunque ulteriormente compromessa.

Come tracciare un pacco in Italia: siti e codici per monitorare la spedizione

segni zodiacali

Oroscopo affinità segni zodiacali su WhatsApp: Vergine-Toro, comportamenti tipici da chat