in ,

Loris Stival news Veronica Panarello: dalla perizia psichiatrica al ruolo del suocero, i punti del ricorso in Appello

Omicidio Loris Stival ultime notizie: i motivi del ricorso in appello della difesa di Veronica Panarello l’argomento trattato oggi  a Mattino 5. In collegamento da Catania, l’avvocato Francesco Villardita, il quale ha confermato quanto già trapelato nei giorni scorsi, ovvero di aver chiesto una nuova perizia psichiatrica che stabilisca una volta per tutte se la sua assistita è o no sana di mente, “perché le perizie disposte dalla Procura e il giudice di primo grado nella sua sentenza non ci hanno affatto convinto”.

Nel ricorso in Appello il legale ha inoltre evidenziato come dalla risonanza magnetica cui la presunta infanticida fu sottoposta, si evinse che la morfologia del suo cervello sarebbe molto simile a quella di un malato di Alzheimer, pur non essendo essa affetta da questa malattia. In tal senso l’avvocato ritiene assolutamente necessari ulteriori approfondimenti che escludano o confermino il presunto vizio parziale di mente della donna.

In secondo luogo, il ruolo di Andrea Stival, nonno del piccolo Loris chiamato in correità dalla Panarello. Villardita è tornato ad evidenziare come dai tabulati telefonici e da diverse testimonianze dei vicini di casa di Veronica non presi in considerazione del Gip, i quali asserirono di aver più volte sentito aprirsi e chiudersi il cancello di quella casa anche a tarda notte, quando il marito della donna era fuori per lavoro, si possa ritenere plausibile la relazione clandestina tra i due. I testimoni avrebbero inoltre riferito ai magistrati di non aver mai saputo chi entrasse nello stabile a quell’ora, ma di aver più volte pensato che il marito della Panarello fosse Andrea e non Davide Stival, tale la assidua frequentazione dell’uomo in quella casa.

Loris Stival news Veronica Panarello: il processo d’appello e le indagini sul suocero ancora aperte

A corroborare la tesi della difesa, il frame con la sagoma umana in auto con la Panarello, derubricata dal Gip di primo grado a “riflesso di luce”, che “per la mia assistita è il suocero”, ha rimarcato Villardita, intento a chiedere chiarezza anche in merito a siffatto elemento: c’era o no una persona nel sedile posteriore sinistro dell’auto guidata dalla donna? Anche in questo caso solo ulteriori accertamenti disposti dal giudice d’Appello potrebbero dirimere la questione.

Loris Stival, Veronica Panarello suocero: chiesto nuovamente confronto con Andrea Stival

Ultima ma non certo in ordine di importanza, la richiesta di un confronto faccia a faccia tra Veronica e Andrea Stival, dal quale a detta di Villardita sarebbe possibile carpire un eventuale coinvolgimento (o la totale esclusione di questa eventualità) dell’uomo nella vicenda omicidiaria.

Pasqua 2017: 10 ricette dolci e buonissime da provare in giro per l’Italia [FOTO]

startup competition 2017

Startup Competition 2017 Italia, aperta la call: ecco come candidarsi