in ,

Loris Stival news, Veronica Panarello racconta la verità: “Non lo portai a scuola”

Veronica Panarello avrebbe ammesso di non avere mai accompagnato Loris a scuola, la mattina del 29 novembre. La clamorosa indiscrezione arriva dal quotidiano La Sicilia, che riferisce i contenuti di un colloquio avvenuto sabato scorso, 7 novembre, nel carcere di Agrigento tra la detenuta e il suo legale, Francesco Villardita.

Veronica, prossima al processo con l’accusa dell’omicidio volontario del figlio di 8 anni, ha sempre sostenuto di avere portato Loris a scuola la mattina in cui fu ucciso, rigettando ogni accusa di colpevolezza. Eppure dalle conversazioni con il marito Davide, che la crede colpevole, l’imputata si sarebbe mostrata insicura, mal celando l’incertezza nel raccontare i fatti di quella mattina. Ed ora La Sicilia aggiunge nuovi elementi alla vicenda: sarebbe stata una discussione dai toni molto accesi quella avuta dalla Panarello con il suo avvocato; “Ma tu sei pazza”, le avrebbe detto Villardita. “Non lo voglio più, quello lì”, avrebbe poi confidato la madre di Loris ad alcune detenute, pronunciando parole udite anche dalle guardie penitenziarie.

Sembra dunque esserci aria di svolta nel caso, a pochi giorni dalla udienza preliminare fissata per il prossimo 19 novembre, durante la quale il giudice di Ragusa dovrà decidere se rinviare a giudizio Veronica Panarello. L’ipotesi viene alimentata anche da un’altra indiscrezione diffusa quest’oggi da vari organi di stampa, tra cui TgCom 24, che riporta la conversazione di un incontro in carcere tra la detenuta ed il marito Davide Stival, durante il quale gli avrebbe detto: “Quella mattina il bambino io non l’ho accompagnato a scuola ma non l’ho ammazzato io… Ho un buco, mi ricordo solo questo: non ti basta? Ora stammi vicino…”.

Ballardini Palermo esonero

Palermo ultimissime, ufficiale: Iachini esonerato, Ballardini nuovo tecnico

ennio morricone compie 87 anni

Ennio Morricone, una carriera di capolavori ed emozioni: festeggiamo oggi gli 87 anni del Maestro