in ,

Loris Stival, nuova perizia difesa Panarello rivela: “Arma delitto cavo usb, non fascette”

L’avvocato difensore di Veronica Panarello, Francesco Villardita, ha annunciato il deposito di una nuova consulenza medico legale, che confuterebbe l’esito della autopsia eseguita dal dottor Iuvara sul corpo di Loris, e proverebbe che l’arma del delitto che l’ha ucciso sarebbe più compatibile con un cavo usb da pc che non con le fascette di plastica, come sostenuto dalla Procura.

I periti di bioingegneria della difesa, in pratica, avrebbero dimostrato con una perizia che il solco sul collo della giovane vittima sarebbe stato provocato da un cavo elettrico. Il legale della Panarello lo ha confermato poco fa a L’estate in diretta.

Stamani presso il tribunale di Ragusa ha avuto luogo un’udienza lampo, durante la quale è stato calendarizzato il processo alla Panarello: si tornerà in aula il prossimo 28 settembre, poi 3, 5 e 7 ottobre. Villardita ha inoltre annunciato in diretta di avere depositato per la seconda volta, dopo il primo rigetto da parte della Procura, la richiesta di un confronto faccia a faccia tra la sua assistita e il suocero Andrea Stival (che lei ha chiamato in correità), lasciando intendere che alla luce del fatto che la Panarello è stata riconosciuta capace di intendere e di volere, esisterebbe la possibilità che il confronto all’americana le verrà accordato.

ferrero kinder barrette

Ferrero sotto accusa: trovate sostanze cancerogene nelle barrette Kinder

conservare cibi in frigo

Come conservare i cibi freschi in frigo in estate