in ,

Loris Stival, perizia psichiatrica a Veronica Panarello: perché non è stata chiesta?

Veronica Panarello incalzata dal marito subito dopo essere stata a colloquio con gli inquirenti, la sera dell’8 dicembre 2014, quando ancora non era formalmente indagata per l’omicidio del figlio. Uno stralcio del filmato del drammatico incontro tra i coniugi è stato mandato in onda oggi pomeriggio durante la trasmissione Rai, Estate in diretta. “Io l’ho accompagnato a scuola come tutte le mattine, non può essere altrimenti”, ripete la donna agli inquirenti prima e al marito poi, a qualche ora dall’arresto. Ma si accorge di non essere creduta e chiede: “Voglio sapere se sono indagata…”.

Il Procuratore Carmelo Petralia che si sta occupando delle indagini sull’omicidio del piccolo Andrea Loris Stival, interpellato dai microfoni della trasmissione di Rai 1, quando gli è stato chiesto il perché la Procura non avesse mai chiesto che Veronica Panarello fosse sottoposta a perizia psichiatrica, ha risposto che non è competenza dell’accusa fare simili richieste, soprattutto dinnanzi alla palese lucidità mentale dimostrata dall’indagata. “Non sta a noi chiedere una perizia, se poi durante il processo fosse necessaria una perizia atta a delineare il profilo psicologico della signora Panarello, valuteremo il da farsi”, ha detto il Petralia.

Veronica, infatti, non è rea confessa, anzi, continua a sostenere di essere innocente, ribadendo di avere accompagnato il figlio a scuola la mattina in cui perse la vita. La 26enne né in sede di interrogatorio, né durante la ricostruzione del suo percorso in auto insieme agli inquirenti, né con il suo avvocato avrebbe mai mostrato segni di cedimento psicologico, dimostrando di avere consapevolezza di sé e di ciò che va sostenendo da mesi.

riforma pensioni 2015 ue

Riforma pensioni 2015 ultime novità: il Governo assicura la flessibilità in uscita malgrado la contrarietà dell’Europa

ted 2, ted due, ted film, ted uscita cinema

Ted 2: dal 25 giugno torna l’orsetto più irriverente del cinema