in ,

Loris Stival, perizia psichiatrica Veronica Panarello: svelati documenti inediti (foto)

Ieri sera 10 giugno durante la puntata di Quarto Grado, oltre al clamoroso contenuto della perizia redatta dai consulenti della difesa di Veronica Panarello, si è anche discusso della consulenza psichiatrica cui la 27enne, in carcere e prossima al processo con l’accusa di avere ucciso il figlio Loris, è stata sottoposta negli ultimi mesi da parte di esperti psichiatri e psicologi nominati dalla Procura. Una perizia di 105 pagine frutto di un lavoro che ha visto i periti sottoporre la detenuta a numerosi test e interpellare i suoi parenti, amici e conoscenti, al fine di scavare nei meandri del suo difficile passato e ricostruire le vicissitudini che l’hanno portata a compiere il presunto omicidio del figlio. Ecco cosa è emerso:

“Personalità borderline” recitava il referto medico seguito al ricovero per un presunto tentativo di suicidio, a Ragusa nel 2004, di una giovanissima Veronica Panarello. Contrasti con i familiari, già ammessi dalla donna nell’interrogatorio che precedette il suo arresto, l’8 dicembre 2014. E quindi il referto della perizia psichiatrica (chiesta dalla difesa) eseguita dall’équipe medica incaricata dal gip Andrea Reale, che ha confermato: “Veronica Panarello presenta tratti disarmonici della personalità” ma “all’epoca dei fatti (l’omicidio del piccolo Loris Stival ndr) aveva capacità di intendere e di volere”.

A Veronica Panarello durante le sedute psichiatriche è stato anche chiesto di compilare dei test grafici, e quei disegni sono stati mostrati in esclusiva durante la trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi. Veronica ha disegnato una donna 25enne nel giorno del matrimonio, forse per rappresentare se stessa. Ha poi disegnato uno sposo, senza tuttavia dargli un nome. Entrambi raffigurati con gli occhi grandi, e la cravatta del soggetto maschile ben delineata e in evidenza è stata interpretata dagli esperti come “simbolo fallico”. Cosa è emerso da quelle immagini? Quei disegni per gli psichiatri delineano una “persona sensibile alla critica sociale”, con “bisogno di protezione e senso di colpa legato ad attività manipolatoria”. Ancora, “tratti di narcisismo, bisogno di affetto e traumi del passato mai superati”.

DISEGNI DI VERONICA PANARAELLO FOTO DA QUARTO GRADO

CASO LORIS NEWS PERIZIA PSICHIATRICA PANARELLO

Quando alla detenuta è stato chiesto di raffigurare la sua famiglia, la sua reazione sarebbe stata scomposta. Una Veronica turbata e agitata avrebbe disegnato dunque i suoi familiari e se stessa, dimenticandosi di rappresentare il figlio più piccolo, aggiunto poi con la simulazione di una gravidanza disegnando su se stessa il pancione. La Panarello ha poi raffigurato un albero, impiegando 30 minuti per la sua realizzazione, chiedendo di poterlo chiamare “L’albero della felicità”. “Siamo soddisfatti. Questa perizia è un atto neutro … considerato che la signora Panarello è capace di intendere e di volere attiveremo una nuova linea di difesa. Per quanto riguarda la ‘personalità disarmonica’ non siamo pienamente convinti”, ha commentato al riguardo il suo legale, Francesco Villardita.

Seguici sul nostro canale Telegram

passerella christo lago iseo

Passerella di Christo sul Lago d’Iseo: pronta la creazione che permetterà di camminare sulle acque

Galles Belgio Euro 2016

Euro 2016, Galles – Slovacchia probabili formazioni e ultime notizie