in ,

Loris Stival Pomeriggio 5, dubbi sulla sagoma ripresa dalle telecamere: è di Loris o di un altro bimbo?

A chi appartiene la sagoma ripresa dalla telecamera di sorveglianza piazzata davanti casa Stival, in via Garibaldi 82, a Santa Croce Camerina? Secondo Francesco Villardita, legale di Veronica Panarello, di certo non ad Andrea Loris. Da uno dei fotogrammi in mano agli inquirenti si noterebbe infatti un bimbo, diretto a casa, che gli inquirenti identificano con il piccolo Loris.

A Pomeriggio 5, poco fa, l’inviata di Barbara D’urso ha spiegato che il parametro di riferimento usato dalla Procura per la identificazione della sagoma sarebbe la cassetta postale collocata in alto sinistra del portoncino di ingresso del palazzo. Da un confronto tra le altezze delle sagome e quella della cassetta delle lettere, infatti, la difesa di Veronica avrebbe dedotto che il bimbo che si vede uscire di casa con la donna, alle 8.30, sarebbe Loris, quello che dopo 50 secondi si vede rientrare a casa, no.

“È più alto di Loris, ed anche più in carne”, ha riferito la dirimpettaia Giuseppa, testimone sentita dalla Procura, riferendosi all’altro bambino di origini albanesi che abitava nel palazzo di Loris. E se la sagoma in oggetto appartenesse a lui e non a Loris? Un dettaglio importantissimo questo, che, se chiarito, potrebbe cambiare il volto stesso delle indagini, tuttora in corso.

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, l'Inps invia le prime risposte

Riforma pensioni 2015: novità sui requisiti pensionistici distinti per categorie di lavoratori

Alexis Tsipras referendum greco

Grecia elezioni 2015: Tsipras lanciato verso la vittoria, ecco perché potrebbe rivoluzionare l’Europa