in ,

Loris Stival, Veronica accusata di omicidio premeditato: i 3 motivi della Procura

Per la Procura di Ragusa quello di Loris Stival è stato un omicidio premeditato, lo si è evinto ieri, 3 dicembre, al termine dell’udienza preliminare per decidere il rinvio a giudizio di Veronica Panarello. La scelta di contestare alla madre accusata di infanticidio anche l’aggravante della premeditazione, sarebbe scaturita da una serie di anomalie comportamentali, spalmate in 12 mesi, assunte dalla stessa prima e dopo l’omicidio del bimbo.

Oggi a Mattino 5 si è discusso del caso, e sono stati identificati i 3 fattori che avrebbero portato gli inquirenti ad accusare la Panarello di omicidio premeditato. Il primo riguarda l’auto della donna, che Veronica parcheggiò in garage prima che Loris fosse ucciso, fatto che non sarebbe mai avvenuto prima di quella mattina. Il secondo riguarda la presunta perlustrazione presso il canalone del Mulino Vecchio fatta in auto dall’imputata prima che Loris venisse ucciso, ripresa nei video delle telecamere della zona. Terzo, la testimonianza della titolare del supermercato Emmegi di Santa Croce Camerina, che riferì ai carabinieri di avere sentito Veronica dire al figlio più piccolo, che le domandava il perché quella mattina non era stato acquistato il panino per Loris, “Cosa lo compriamo a fare se tuo fratello è già a scuola?”.

Oggi sappiamo che quando Veronica pronunciò quelle parole, messe a verbale e agli atti dell’imminente processo, Loris invece era in casa e poco dopo sarebbe stato ucciso. Da lei, secondo l’accusa. Le prove, queste, di una premeditazione e costruzione repentina di un alibi da parte della donna? Sì per gli inquirenti, ma non per Francesco Villardita.

Il legale della Panarello, in collegamento con la trasmissione, ha detto al riguardo: “La contestazione della premeditazione non era stata prevista, visto il capo d’accusa per “dolo d’impeto” portato avanti per 10 mesi dalla Procura nei confronti della mia assistita”. Villardita ha poi avanzato un dubbio: “Come avrebbe potuto esserci la volontà omicidiaria premeditata se Veronica quella mattina uscì di casa con Loris, per poi riaccompagnarlo a casa? Quando avrebbe deciso di ucciderlo? In tre minuti, dopo avere accompagnato il figlio più piccolo in ludoteca? La vicenda non è così semplice come sempre …“.

cosa regalare a natale bustadinatale.it

BustaDiNatale.it, ecco cosa regalare a Natale: la startup italiana che digitalizza la tradizionale “busta”

natale 2015, natale 2015 regali casa, natale 2015 idee regalo casa, idee regalo natale economiche, idee regalo natale low cost, idee regalo natale originali,

Natale 2015 regali per la casa: 5 idee economiche e originali