in ,

Loris Stival, Veronica Panarello accusa i vicini: l’indignazione dei suoi condomini

Davanti al sostituto Procuratore, Marco Rota, venerdì scorso Veronica Panarello è stata precisa e dettagliata nel dichiarare – per sua richiesta – di aver fatto un percorso diverso da quello ipotizzato dalla Procura, quando la mattina del 29 novembre 2014 accompagnò Loris a scuola.

No solo, agguerrita come non mai, la 26enne ha sollevato pesanti dubbi sui tempi record in cui, il pomeriggio di quello stesso giorno, Orazio Fidone ritrovò il corpicino esanime di suo figlio. “Indagate bene, indagate meglio”, avrebbe intimato la donna agli inquirenti. E a rincarare la dose di insinuazioni su altri presunti colpevoli dell’omicidio di Loris, ci ha pensato stamani Francesco Villardita, avvocato della Panarello.

Il legale, oggi a Mattino 5, ha infatti dichiarato: “Veronica ha fatto alcuni nomi, riferendosi a persone che fanno già parte delle indagini, senza escludere i suoi familiari né quelli del marito, Davide Stival”. Veronica durante l’interrogatorio del 24 aprile ha inoltre invitato gli inquirenti a verificare chi quella mattina nel suo condominio avesse la musica ad alto volume, insinuando la presenza di qualche persona sospetta nello stabile di via Garibaldi. “Nessuno ha sentito quella musica” hanno però commentato i condomini della 26enne ai microfoni di Federica Panicucci, palesemente indignati per le illazioni sollevate, anche nei loro confronti, da Veronica Panarello. Secondo quanto emerso dalle indiscrezioni, infatti, nell’appartamento indicato dalla donna quel giorno non c’era nessuno.

tendenze moda mare 2015

Tendenze moda mare 2015: i costumi da bagno più belli di Calzedonia, ecco la collezione estate 2015

Ecco come realizzare un vaso di fiori originale per la festa della mamma

Festa della mamma 2015 lavoretti: ecco come realizzare un vaso di fiori originale da regalare in questo giorno speciale