in ,

Loris Stival, Veronica Panarello intercettata dice al marito: “Mi hai fatto venire dubbi”

Nella puntata odierna di Mattino 5 si è parlato dell’omicidio del piccolo Andrea Loris Stival, il bimbo di soli 8 anni morto strangolato il 29 novembre scorso a Santa Croce Cameriana, nel Ragusano. Federica Panicucci ha approfondito la questione inerente le indiscrezioni emerse sul contenuto delle carte dell’inchiesta, un faldone di 260 pagine dove si ricostruisce ogni fase delle indagini che hanno portato alla incriminazione di Veronica Panarello, madre del piccolo prossima al rinvio al giudizio.

Lente di ingrandimento sulle intercettazioni in carcere fatte alla donna, durante i suoi colloqui con il marito, Davide Stival. L’uomo ha sempre puntato il dito su di lei, convinto della sua colpevolezza, soprattutto alla luce dei filmati che la smentiscono. E le sue frasi intercettate in carcere lo provano: “Il bambino che entra in casa non esce più! Non esce più! Tu Loris non l’hai portato a scuola!”, dice a Veronica. “Per me mia moglie mente e continua a mentire”, ripete da mesi il papà di Loris, che ha incontrato Veronica in carcere tre volte, il 6 gennaio, il 12 febbraio e il 4 aprile, e su richiesta della stessa ha interloquito con lei al telefono il 2 aprile, il 28 agosto e il 25 settembre.

Risalgono al 6 gennaio 2015 i contenuti della intercettazione fatta ai due coniugi durante uno dei succitati incontri in carcere; la conduttrice ne ha mandato in onda la ricostruzione audio. Veronica, aggressiva ed alterata, si difende dalle accuse del marito e cita la vigilessa che la mattina del 29 novembre disse agli inquirenti (ma poi ritrattò) di avere riconosciuto Loris nei pressi della scuola. Davide la attacca, lei fa altrettanto. I due avanzano delle ipotesi sulla fine che possa avere fatto il loro bambino: “Non è potuto succedere che quella mattina il bambino è entrato e qualcuno lo ha preso?”, le dice Davide, nella disperata ricerca di una qualche altra ipotesi che possa scagionarla.

Veronica sembra sicura di sé ma poi le sue convinzioni si perdono durante il colloquio: “Mi stai facendo venire i dubbi, non lo so! Mi hai fatto venire i dubbi! Io non ho fatto niente! Niente! Ricordo di averlo portato a scuola e di essere tornata a casa per fare i servizi, ma lui non c’era. Loris a casa con me non c’era!”. Il marito continua ad incalzarla, e lei d’improvviso è come se non fosse più sicura di quello che sta dicendo: “Tu ora mi hai fatto venire un altro dubbio: e se il mio fosse il ricordo del giorno prima?” – dice Veronica al marito che la ritiene colpevole dell’omicidio del loro figlio – “Può essere che hai ragione tu, può essere che io mi ricordi di averlo lasciato a scuola, e invece …”. E Davide Stival, quasi rassegnato, prova a dere una spiegazione ai molteplici “non ricordo” della moglie: “Sei stata tu e l’hai cancellato? Per ora sei tu, non ce n’è altri!”. Il drammatico incontro va avanti e Veronica continua imperterrita a ripetere sempre le stesse parole: “Io non ho fatto niente! Come potrei dimenticare? Come potrei tenere dentro un peso del genere?”, ma il marito glielo dice senza usare mezzi termini: “Non mi hai convinto della tua innocenza”.

metropolitana new york

27 Ottobre 1904, apre la prima linea metropolitana di New York: dopo 111 anni, vanta ben 24 linee

gemma galgani uomini e donne Trono over

Uomini e Donne Trono over: Gemma Galgani lavora con Fiorello, lascerà il programma?