in ,

Loris Stival, Veronica Panarello rinviata a giudizio: le parole della zia, Antonella Stival

“Non credo che sia stata lei ad ucciderlo. Oggi in aula durante l’udienza preliminare ci siamo incrociate gli sguardi … io credo nell’innocenza di Veronica, ma se ci ha nascosto qualcosa è giunta l’ora di dirlo.”. A parlare è Antonella Stival, zia di Davide Stival nonché marito di Veronica Panarello, interpellata dall’inviata di Pomeriggio 5 stamani a Ragusa, fuori dal tribunale dove ha avuto luogo l’udienza preliminare per decidere sul rinvio a giudizio della 27enne.

La donna era scossa per avere appena appreso del rinvio a giudizio della nipote, che sarà processata – come voluto dalla stessa in accordo con il suo legale, Francesco Villardita – con rito abbreviato previa perizia psichiatrica atta a stabilirne la piena e totale capacità di intendere e di volere.

“Penso che non lo abbia ucciso lei” – ha poi ribadito la signora Antonella – “non credo nemmeno che sia stata sincera quando ha raccontato di avere portato Loris al canalone perché una madre non può fare una cosa del genere”. La donna ha poi detto che Veronica raccontò di avere gettato via lo zainetto del figlio (mai ritrovato dagli inquirenti) lungo la strada che porta al Castello di Donnafugata: “Lo abbiamo cercato ma senza trovarlo. Se così fosse stato lo avremmo certamente consegnato alla Giustizia”.

Servizio Civile Roma Giubileo

Servizio Civile Roma 2015-2016 per il Giubileo: bando, requisiti e scadenze

Capodanno eventi gratuiti Italia

Capodanno 2016: gli eventi gratuiti più spettacolari d’Italia