in

Luca Sacchi ucciso a Roma, fermati gli assassini nella notte: uno dei due si è costituito

Si è costituito nella notte uno dei due assassini dell’omicidio in cui è stato ucciso Luca Sacchi a Roma. Il personal trainer ventiquattrenne si trovava insieme alla fidanzata quando è stato freddato da un colpo di pistola alla testa per aver cercato di difendere la ragazza da un tentativo di rapina. Accompagnato dal proprio avvocato presso la squadra mobile di via Genova, uno dei due colpevoli ha confessato l’omicidio di Luca facendo il nome del complice durante l’interrogatorio.

Luca Sacchi ucciso a Roma: entrambi i complici fermati nella notte

Polizia e carabinieri in un blitz congiunto hanno raggiunto anche l’altro presunto assassino, prelevandolo e portandolo in questura. Entrambi i ragazzi avrebbero tra 20 e 25 anni. Secondo quanto riportato dall’AdnKronos uno sarebbe incensurato, mentre l’altro avrebbe precedenti per droga. Si tratterebbe di due giovani della capitale, precisamente del quartiere Ponte di Nona. Il racconto dei presenti al momento dell’omicidio aveva di fatto testimoniato un ‘marcato accento romano’ degli assassini; mentre le telecamere di sorveglianza avevano fatto risalire alla Smart bianca a bordo della quale i due giovani erano fuggiti.

Omicidio volontario, l’accusa della procura

L’accusa ipotizzata dalla procura è di omicidio volontario ai danni di Luca Sacchi, deceduto nella mattinata di ieri, giovedì 24 ottobre 2019, all’ospedale San Giovanni di Roma. Luca aveva 25 anni e lavorava come personal trainer in una palestra di jujitsu. Fidanzato con Anastasiya da diversi anni, stava cercando di difenderla quando è stato raggiunto dal proiettile. “Eravamo appena usciti dal pub. – ha raccontato la ragazza ai carabinieri – Mi sono sentita strattonare da dietro, mi hanno detto: ‘dacci la borsa‘. Gliela stavo consegnando quando mi hanno colpito con una mazza. A questo punto è intervenuto Luca che ha reagito bloccando il ragazzo che mi aveva aggredito, quindi è intervenuto l’altro aggressore che gli ha sparato in testa”.

Leggi anche —> Luca Sacchi ucciso a Roma, il premier Conte: «Da Salvini speculazione miserabile»

Alessia Macari Instagram, la Cioci sempre più bollente: perizoma e pareo a rete, si vede tutto! (FOTO)

Miriam Leone Instagram, mozzafiato in minigonna: «Gambe da sogno, che spettacolo!»