in ,

Lucca Comics, Zerocalcare racconta gli zombie del suo Dodici

Lucca Comics è stata l’occasione per conoscere più da vicino Dodici, il nuovo lavoro di Michele Rech, in arte Zerocalcare. Il libro, uscito a metà ottobre di quest’anno è già diventato un piccolo fenomeno di vendite tanto da aver raggiunto quota 30mila copie in poco più di due settimane. Il fumetto racconta di Secco, amico dell’alter ego del fumettista ovvero Zerocalcare, che scappa dal quartiere di romano Rebibbia perché invaso dagli zombie.

lucca comics rech zerocalcare dodici zombi

Rech spiega che “Gli zombi sono una similitudine della vita di alcune borgate romane, dove non succede mai niente, e in cui le giornate sono lente come gli zombie […] Gli zombi rappresentano il mostro qualunque, mi sono sempre piaciuti da piccolo anche perché i vampiri li vedo come dei tronisti”.

Rech si è voluto dilungare anche su tematiche che vanno oltre il nuovo lavoro, sebbene legate alla sua arte e al suo modo di esprimerla: “Io non mi sento di avere delle responsabilità politiche mentre scrivo ma di sicuro ho una connotazione politica, vengo dai centro sociali e a quella realtà io ci tengo e ci credo, quindi quello che scrivo di sicuro è un megafono”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Champions League: i risultati del quarto turno

Champions League: che flop il Galatasaray di Mancini