in ,

Lucca Summer Festival, D’Alessandro promette: “Nel 2017 Paul McCartney”

La D’Alessandro&Galli è una delle società più attive del momento nell’organizzazione di grandi eventi: solo per restare all’ultimo evento, non possiamo non menzionare il doppio spettacolo di Pompei con David Gilmour protagonista. L’ex Pink Floyd, però, non è l’unico volto noto della scena musicale internazionale ad esibirsi in Italia grazie a Mimmo D’Alessandro&Co.: prossimamente, infatti, ci sarà spazio per Elton John proprio a Pompei, oltre ad aver curato nei minimi dettagli l’organizzazione del Lucca Summer Festival 2016 che prenderà il via settimana prossima. A tal proposito, ai microfoni di Repubblica, gli organizzatori della kermesse hanno voluto ribadire un concetto già espresso lo scorso aprile: il sogno Paul McCartney è sfumato di pochissimo. Una delle icone più importanti della musica internazionale, storico volto dei Beatles, sarà in Italia nel 2017. Lo ha promesso Mimmo D’Alessandro che non ha alcun dubbio per il Lucca Summer Festival 2017, sarà il baronetto di Liverpool il grande ospite.

>>> IL MONDO DELLA MUSICA È SU URBANPOST

“Vogliamo stravolgere il Lucca Summer Festival – ha dichiarato D’Alessandro ai microfoni de La Repubblica – potrebbe esserci una nuova location in una zona fuori dalle mura che può ospitare anche oltre 55 mila persone.” Qual è il sogno dell’organizzazione, ormai, sembra scontato: “Il grande nome è quello di Paul McCartney, quest’anno eravamo a un passo dal contratto per l’edizione ma il cartellone e la line-up sarebbe stata troppo sbilanciata, per questo abbiamo deciso di rivederci per il 2017.” Tra i tanti tasti toccati dal promoter napoletano c’è anche il problema relativo al caro biglietti, tema discusso anche dai fan di David Gilmour che negli scorsi mesi hanno lamentato un costo eccessivo del tagliando, sebbene poi abbiano deciso di riempire in ogni ordine di posto l’Anfiteatro Romano di Pompei.

>>> TUTTO SUL LUCCA SUMMER FESTIVAL 2016

“Se avessimo voluto lucrarci sopra come in tanti dicono – sottolinea Mimmo D’Alessandro – avremmo dovuto chiedere 2 mila euro a biglietto. Si è parlato molto di questi prezzi alti ma sono scelte personali che si fanno.” E a favore della propria tesi, il promoter napoletano porta l’esempio di un giovane ragazzo che ha sottolineato come: “C’è tanta gente che spende 300 euro per uno smartphone di nuova generazione ma io preferisco ascoltare David Gilmour.” Il prossimo obiettivo di D’Alessandro? “Far crescere il Lucca Summer Festival.”

Tour de France 2016 nona tappa: percorso, altimetria, diretta tv

Calciomercato Milan Bonucci

Calciomercato Juventus news, Bonucci al Manchester City: sempre più probabile