in

Luciana Fantato scomparsa a Gambolò: chiesta archiviazione indagini, ipotesi omicidio si allontana

Luciana Fantato scomparsa a Gambolò: sparita nel nulla la mattina del 10 novembre 2017, della casalinga 59enne sembra essersi persa ogni traccia. Né le ricerche né le indagini hanno infatti chiarito il mistero della sua sparizione. La donna, fortemente esasperata per il clima familiare che da tempo stava vivendo, prima di andar via di casa ha lasciato una lettera scritta di suo pugno in cui esprime tutto il suo odio per il marito, Pierino Marcantognini. L’uomo, affetto dal disturbo di accumulo compulsivo, aveva di fatto trasformato la loro abitazione – dove all’epoca dei fatti vivevano con i loro due figli, il nipotino e la madre dell’uomo – in una discarica a cielo aperto.

donna scomparsa a gambolò

Ad esasperare la povera Luciana anche il rapporto conflittuale con la figlia Marta, madre a sua volta di un bambino piccolo, legato al suo passato problematico e burrascoso. La Fantato nella missiva lasciò trasparire anche l’intento di farla finita e non tornare più a casa sebbene non lo abbia esplicitato a chiare lettere. Il marito, palese causa del suo allontanamento, ha sempre dichiarato di non averle fatto del male e si dice convinto che la donna si sia tolta la vita, che sia morta. Del corpo di Luciana Fantato non è stata trovata traccia né ci sono testimoni che l’hanno vista il giorno in cui, presumibilmente, si è allontanata a piedi da casa alle prime luci dell’alba.

La Procura che indaga sul caso ha, dopo mesi di indagini, chiesto l’archiviazione. Il fascicolo di inchiesta, aperto con l’ipotesi di reato (a carico di ignoti) per omicidio volontario non è dunque giunto a soluzione. Nessun risultato, nemmeno dalla analisi dei tabulati telefonici: la scomparsa della casalinga è un mistero. E forse resterà tale. La magistratura, secondo le indiscrezioni che emergono in queste ore, avrebbe escluso l’omicidio. Luciana Fantato si è tolta la vita? Oppure è morta accidentalmente? Interrogativi, questi, che restano ancora in piedi. “Nei giorni scorsi il pm Valentina De Stefano ha fatto notificare al marito Pierino Marcantognini e ai figli Marta e Piergiorgio una richiesta di archiviazione, sulla quale ora dovrà pronunciarsi il gip”, lo riporta Il Giorno. Eseguita anche una perizia calligrafica sui biglietti lasciati da Luciana il giorno della scomparsa, i quali hanno ‘solo’ accertato che è stata lei a scriverli.

Potrebbe interessarti anche: Luciana Fantato scomparsa a Gambolò, Roberta Bruzzone: “Temo sia stata uccisa”

Wanda Nara, su Instagram foto sempre più bollenti: fan impazziti

La fake news su Nadia Toffa morta: «Grazie mille, questi fake devono sparire. Fanno danno a tutti»