in ,

Lugi Chiatti scarcerato tra pochi mesi nonostante la condanna a due ergastoli

Grazie ad una serie di sconti di pena il serial killer Luigi Chiatti, ora quarataseienne, a settembre prossimo uscirà dal carcere dopo una condanna a trent’anni per la riconosciuta seminfermità mentale. Il cosiddetto mostro di Foligno che 21 anni fa uccise brutalmente Simone Allegretti di 5 anni e Lorenzo Paolucci di 12 anni, malgrado la sua possibile perdurante pericolosità sociale non potrà essere costretto al ricovero coatto in un ospedale psichiatrico giudiziario, perché queste strutture ad aprile del 2015 chiuderanno per sempre.

Questo guaio all’italiana riguarda tanti detenuti, considerati pericolosi ed attualmente ricoverati negli OPG, dal momento che al Ministero della Salute non sanno ancora come gestire la fase di passaggio. In nessuna Regione italiana sono state attivate le nuove residenze per l’esecuzione di misure di sicurezza che dovrebbero essere di competenza delle Asl, con il rischio molto concreto che questi detenuti saranno presi in carico da case di cura private e trattati non più come malati criminali, ma come semplici pazienti.

Le famiglie delle due piccole vittime di Luigi Chiatti, attraverso il loro legale Giovanni Picuti esprimono la loro amarezza: “Nessuno oggi può dirci cosa accadrà, dove andrà, tornerà a Foligno dai suoi genitori? Il Tribunale stabilirà una vigilanza?” Mentre il sindaco di Foligno Nando Mismetti lancia l’allarme: “ La sola notizia della liberazione rischia di scatenare il panico in città, la comunità ha vissuto un grave trauma. Ricordo che per mesi i bambini non uscivano più da soli”. Luciano Paolucci, padre del piccolo Lorenzo afferma: “Dubito che in carcere l’abbiano potuto curare. Io l’ho perdonato perchè lui da bambino fu violentato, ma credo che scarcerarlo dopo ventuno anni sia molto pericoloso”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Pensioni 2017 riscatto gratuito della laurea e bonus donne

Riforma pensioni 2015, Cgil: ritornare ai 60 anni o ai 40 di contributi per andare in pensione

Jonas Berami e Rama Lila

Uomini e donne news: Jonas Berami e Rama Lila vogliono un bambino