in ,

Luigi De Magistris, motivazioni sentenza di condanna: “Spiava sapendo di spiare”

L’ormai ex magistrato ed ex sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, condannato per abuso d’ufficio insieme al suo consulente tecnico, Gioacchino Genchi, ha commesso la “violazione comune e consapevole delle disposizioni di legge”. Questo è ciò che si legge nelle motivazioni della sentenza di condanna, emessa il 24 settembre scorso e riferita alle sue attività in merito all’inchiesta “Why not”, quando ancora era pubblico ministero a Catanzaro.

In pratica i giudici lo hanno accusato di “mentire sapendo di mentire”, forti di una serie di dati inconfutabili – quali tabulati di parlamentari come Romano Prodi, Francesco Rutelli, Domenico Minniti ed altri, acquisiti irregolarmente – che provano la colpevolezza dell’allora pm De Magistris.

Caceres infortunato

Juventus ultime notizie: difesa ko e i disponibili sono in Nazionale

Milan

Calciomercato Milan news, missione Sud America ecco chi sono i giovani più interessanti