in

Luigi Preiti scrive a Martina Giangrande, la figlia del carabiniere al quale ha sparato

“La notizia che era rimasta senza mamma tre mesi fa e che ora, per colpa mia, rischia di perdere pure il papà, mi ha devastato”, così spiega Luigi Preiti, l’uomo che ha sparato ai due carabinieri davanti a Palazzo Chigi il giorno in cui il Governo Letta giurava e si insediava ufficialmente, cosa lo abbia spinto a sentire la necessità di scrivere una lettera alla giovane Martina Giangrande, figlia del brigadiere dei carabinieri che ha ferito gravemente facendogli rischiare la paralisi a tutti e quattro gli arti.

Luigi Preiti Foto mentre spara

Dopo aver manifestato tale intento Preiti ha chiesto più volte perdono anche ai magistrati; gesto che non cambiato affatto le cose, la convalida dell’arresto è confermata. Allo scopo di far pervenire le proprie scuse alla Giangrande Preiti ha chiesto gli occhiali per poter leggere e scrivere, chiedere scusa mediante una missiva che si accinge a scrivere. Il punto è che, al momento, l’uomo non sa ancora precisamente cosa scrivere per fare in modo che il suo intento e le sue parole possano esplicare al meglio il suo stato d’animo.

Frattanto la posizione di Preiti agli occhi della legge pare aggravarsi, il gip Bernadette Nicotra dopo aver visionato i fotogrammi del momento incriminato non ha dubbi: Luigi Preiti ha puntato l’arma ad altezza uomo, non voleva ferire, voleva uccidere. Queste le accuse a carico del piastrellista disoccupato di Rosarno.

Barbara De Rossi Facebook

“Amore criminale” stasera su Rai 3 con Barbara De Rossi nuova conduttrice

Inter nuovo stadio

Calciomercato Inter : E’ Menez il colpo per Giugno?