in ,

L’uovo di Pasqua: dai pagani al cristianesimo simbolo di vita e sacralità

Dall’antichità l’uovo ha sempre assunto diversi significati simbolici, come simbolo della vita e della sacralità. Secondo alcuni miti pagani il cielo e la terra rappresentavano due emisferi che formavano un unico uovo. Per il popolo egiziano l’uovo era simbolo dell’unione dei quattro elementi dell’universo: l’acqua, l’aria, la terra e il fuoco.

uovo di cioccolato

Lo scambio del dono delle uova viene fatto risalire ai Persiani che si scambiavano le uova di gallina all’arrivo della primavera, con riti per la fecondità e la rinascita della natura. Gli antichi romani usavano dire: “Omne vivum ex ovo” come auspicio di buon raccolto. Col cristianesimo e la festività della Pasqua l’uovo diventa il simbolo il simbolo della rinascita dell’Uomo, di Cristo.

Nel Medioevo si diffuse l’usanza di creare uova artificiali rivestite in materiali preziosi. Nel 1883, Peter Carl Fabergé creò il primo uovo gioiello, come dono prezioso per la zarina Maria, così contribuì alla diffusione della tradizione del dono-sorpresa all’interno dell’uovo. L’uovo di Pasqua ha origini religiose, secondo un’antica leggenda Maria Maddalena quando trovò il sepolcro di Gesù vuoto e annunciò la straordinaria notizia ai discepoli, Pietro incredulo disse: “ Crederò a quello che dici solo se le uova contenute in quel cestello diverranno rosse” e all’improvviso miracolosamente le uova divennero di un rosso intenso.

In tempi moderni l’uovo di Pasqua per antonomasia è diventato l’uovo di cioccolato, probabilmente nel periodo di Luigi XIV. Sicuramente Rodolphe Lindt con una lavorazione che ha reso il cioccolato vellutato e morbidissimo al palato ha contribuito a far divenire l’uovo una golosità pasticciera ampiamente ricercata. Con una particolare pressa idraulica attraverso un particolare procedimento che separa il burro dal cacao, l’olandese Coenraad van Houte, nel 1825 inventò la versione odierna dell’uovo di Pasqua, quella svuotata all’interno. Con il miglioramento delle tecniche di produzione e confezionamento negli ultimi due secoli sono state create diversi tipi di uova: bianco, fondente, al latte ed anche con esterno liscio, ruvido, arricchito di nocciole etc

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Amici 13

Amici 14, puntata 19 aprile: una pioggia di fischi fa infiammare Moreno

pasta Garofalo

La pasta Garofalo diventa italo-spagnola: ceduto il 51% al gruppo Ebro Foods