in ,

Macchina piega vestiti: ci servono davvero bracci robotici per piegare e stirare?

Poco più di un mese fa vi abbiamo presentato Foldimate, la macchina piega vestiti inventata da una start up americana che, nel giro di un anno e mezzo circa se tutto va come previsto, sarà già in commercio: circa 800 euro per un nuovo elettrodomestico in casa che pieghi e stiri i panni al nostro posto. In principio fu la lavatrice, poi la lavastoviglie e più recentemente l’asciugatrice: di quanti altri elettrodomestici ci circonderemo in casa? Con tutta probabilità ancora di molti perché malgrado il rumore e il calore che emanano e l’energia che consumano, ci evitano tanti piccoli compiti quotidiani che nessuno ha più voglia di fare.

La macchina piega vestiti Foldimate come ogni elettrodomestico di casa andrà prima caricata e, una volta finito il procedimento, svuotata; davvero divertente la pubblicità che ricorda che “tutti possono aiutarti (rivolgendosi alla casalinga disperata) a caricare e svuotare la macchina piega vestiti” ma i vostri figli vi hanno mai aiutato a svuotare la lavastoviglie? Con tutta probabilità, dopo la novità della prima settimana, sarete ancora una volta voi a dovervi fare carico di questa incombenza. Sempre meglio che piegare montagne di panni, potrebbe sostenere qualcuna: ma sarà davvero così?

Da quanto si può vedere ed capire dal video promozionale della macchina piega vestiti, sembra proprio che l’amata Foldimate si occupi solo di maglie, maglioni e camicie ma non di tutti quei panni che più aumentano le pigne della biancheria da piegare: mutande, canottiere, reggiseni o calzini, quelli per i quali ci vuole di più e sono sempre tantissimi. Sarà davvero un buon investimento per il futuro o meglio aspettare la prossima invenzione?

Foto: profilo Facebook Foldimate

Paperissima Sprint ospite Stef Burns

Paperissima Sprint: ospite d’onore Stef Burns, chitarrista di Vasco Rossi

omicidio caserta roulette russa

Omicidio Marco Mongillo: il racconto dell’assassino non convince, indagate altre 2 persone