in ,

Macerata, il dramma della suora mamma: è stata violentata in Africa

Ci sarebbe una drammatica verità dietro la gravidanza della suora di origini sudamericane che domenica scorsa ha dato alla luce un bambino, nell’ospedale di San Severino Marche, nel Maceratese. “La nostra consorella è stata violentata in Africa. Quando è entrata nel nostro convento era già in stato interessante, ma lei non ce l’ha detto subito e noi abbiamo rispettato il suo segreto”, queste le timide ma ferme parole di una suora, al citofono del convento delle Sorelle Missionarie dell’Amore di Cristo.

La religiosa, che con il suo parto inaspettato ha gettato nello scompiglio i medici dell’ospedale, inficiando suo malgrado il buon nome del convento che l’aveva accolta da qualche mese, avrebbe confessato il suo dramma: “Non l’ho detto perché avevo paura, ora però voglio tenere il mio bambino”.

“È arrivata da noi a maggio dal Burundi per imparare l’italiano, non aveva ancora deciso il suo cammino, era all’inizio di un percorso, ma non è ancora una suora come molti affermano” – ha spiegato la consorella interpellata al citofono – “certo, ha scelto di tenere il bambino, stanno bene entrambi, noi non abbiamo nulla da commentare”. La neo mamma, a detta delle consorelle, non avrebbe ancora preso i voti, e avrebbe scelto di portare avanti la gravidanza lasciandosi alle spalle una storia fatta di dolore e violenza.

Claudia Galanti e Arnaud Mimran gossip

Claudia Galanti: arrestato a Parigi il suo ex compagno Arnaud Mimran

Usa for Africa registrazione We Are the World

USA for Africa, il 25 gennaio 1985 viene registrata “We Are the World”