in ,

Maddie McCann avvistamento in Paraguay, testimone: “È lei, stessi occhi”

Si sono riaccese le speranze dei familiari di Maddie McCann dopo che lo scorso 9 marzo un uomo impegnato nelle ricerche della bimba inglese scomparsa nel 2007 in Portogallo, aveva riferito alle autorità competenti di averla avvistata in Sudamerica.

Ovviamente l’attendibilità della segnalazione è tuttora al vaglio degli inquirenti, che stanno cercando di capire quanto la notizia sia fondata. L’uomo, il riercatore Miraz Ullah Ali, aveva riferito che la presunta Maddie sarebbe arrivata in Paraguay circa due mesi fa e ora vivrebbe ad Areguà sotto la custodia di una donna.

Il settimanale Giallo nel numero di questa settimana è tornato sull’argomento, riportando le parole che il detective avrebbe riferito alla Polizia di Londra, sostenendo che la bimba vivrebbe con una donna che dice di essere sua madre: “Ne sono sicuro, era lei: aveva 12 anni, era bionda, stessi occhi! … Quella ragazzina poi non assomiglia affatto alla sua presunta madre”.

Gli agenti di polizia stanno verificando da settimane la notizia, nella speranza che sia fondata. Miraz Ullah Ali si sarebbe mostrato molto sicuro nel descriverla, parlando di occhi vivaci e inconfondibili, descrivendo una bambina di 12 anni – la stessa età che avrebbe Maddie se fosse in vita – praticamente identica alla bimba scomparsa a Playa de Luz ormai 9 anni fa.

realtà virtuale

Oculus Rift, Samsung Gear Vr e Google Cardboard, ecco i video a luci rosse della realtà virtuale

Giulia Latorre trono gay uomini e donne

Giulia Latorre: la figlia del marò farà un cortometraggio sull’omosessualità