in ,

Made in Italy addio, la pizza italiana non è (più) italiana: 2 su 3 fatte con prodotti importati

La pizza, il simbolo dell’Italia nel mondo insieme alla pasta e al parmigiano, sta perdendo l’autenticità del made in Italy. A dare la notizia la Coldiretti nel dossier “La crisi nel piatto degli italiani nel 2014”illustrato a Napoli dal presidente Roberto Moncalvo, secondo cui il 63% delle pizze prodotte nel nostro Paese sono fatte con prodotti importati dall’estero, all’insaputa dei consumatori che se le gustano convinti di mangiare il meglio dei prodotti della nostra Terra.Cagliata

Si pensi infatti che, solo nel 2013, sono stati importati ben 481 milioni di chili di olio extravergine, più di 80 milioni di chili di mozzarelle, 105 milioni di chili di concentrato di pomodoro dagli States e dalla Cina. Anche il grano tenero arriva dall’estero, 3,6 miliardi di chili importati in un solo anno. L’autenticità del gusto italiano va perdendosi sempre di più e, come sottolinea l’associazione consumatori, ormai nella pizzerie viene servito un prodotto che di ‘italiano’ ha ben poco.

Le mozzarelle non sono più ottenute dal latte ma da semilavorati industriali. Le cagliate provengono dall’est europa, il pomodoro dalla cina e l’olio extravergine d’oliva, di cui l’Italia è tra i primi Paesi produttori al mondo, è sostituito da quello di semi spagnolo. Il grano nazionale ha lasciato il posto alla farina ucraina, francese e tedesca. Insomma, della Pizza che ci ha reso celebri nel mondo pare essere rimasto solo il nome!

“La Gabbia” 28 maggio: l’analisi del voto elettorale europeo, regionale e comunale, l’exploit di Renzi e il flop di Grillo

elena ceste e roberta ragusa

Chi l’ha visto? anticipazioni puntata 28 maggio: Elena Ceste e l’enigma della morte di Luigi Tenco