in

Madonna a Che tempo che fa: intervista, brindisi e live, ecco tutti i momenti da ricordare

Ieri sera è finalmente andata in onda la puntata di Che tempo che fa con ospite la regina del pop Madonna. Un Fabio Fazio visibilmente emozionato ha intervistato la cantante americana, soffermandosi sui suoi temi più cari: libertà, arte e famiglia. Fasciata in un lungo abito completamente nero, Madonna ha anche acconsentito al brindisi proposto su Twitter, dedicato “a tutti noi, affinchè possiamo trovare all’interno di noi stessi il nostro cuore ribelle!“.

Live a Che tempo che fa, Madonna ha cantato due delle canzoni del suo nuovo album “Rebel Heart, soffermandosi anche a spiegare il loro senso e la loro genesi. Di “Devil pray” miss Ciccone dichiara: “è una canzone sul non farsi prendere in giro. Le droghe ti danno solo l’illusione di sentirti bene, ma nel momento in cui ne sei schiavo ti portano a intraprendere un percorso sbagliato, che può farti solo del male”. Mentre a proposito diGhosttownrivela:è una canzone d’amore post-apocalittica. Se la civiltà dovesse crollare, ed è possibile con le armi di distruzione di massa che abbiamo oggi, la mia fantasia sarebbe di rimanere con una persona sola, mio figlio, per dare vita a un nuovo mondo”. 

Non sono mancate nell’intervista di Madonna a Che tempo che fa le domande dedicate alla famiglia della pop star, alla quale si confessa estremamente legata: “I miei figli sono stati molto tempo con me in studio mentre registravo “Rebel heart”: per me sono importanti le loro opinioni. Il disco gli è piaciuto, hanno buon gusto. Hanno un’opinione forte, non hanno gradito tutte le canzoni.”. Passando a confessioni più strettamente personali, Madonna dichiara a proposito di sé stessa: “Ho due lati della mia personalità. Da una parte la provocatrice, la guerriera, la cattiva ragazza. Dall’altra la donna romantica che crede nell’amore e che è pronta a dare il cuore. L’album è l’espressione di tutti e due questi lati.”.

Fabio Fazio interroga per Che tempo che fa la superstar Madonna a proposito della tragedia di Charlie Hebdo, introducendo un tema particolarmente caro alla cantante, ovvero quello del rispetto della libertà di espressione, anche la più polemica e irriverente. Quest è stato il suo inno alla libertà: “Noi tutti diamo per scontata la libertà, anche in Usa. Quello che è accaduto a Parigi è stata una sveglia, che ha destato tutto il mondo. Ci ha fatto capire che dobbiamo essere più tolleranti e che dobbiamo capire di più le nostre differenze.”.

Infine, soffermandosi sulla propria tendenza alla provocazione, Madonna si confessa al pubblico di Che tempo che fa dicendo: “Non avevo chiaro fin da giovane il mio percorso, vivevo all’interno di una scatola, di una gabbia, di un mondo in cui la gente pensava in modo chiuso e bigotto. Avevo bisogno di uscire da quella gabbia attraverso la musica, la danza, il cinema e l’arte. Credo di esserci riuscita.”.

09 marzo 2015: l’Inter compie 107 anni, ripercorriamo quel giorno storico per i colori nerazzurri

donna strangolata con un cavo elettrico

Dramma della gelosia a Chieti: 57enne strangola la compagna con un cavo elettrico