in ,

Madri detenute e figli: a Milano una casa per tutelare la maternità e i diritti dei bambini

In occasione della Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza 2016, che si è celebrata ieri 20 novembre, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria della Lombardia e il Comune Milano hanno firmato un protocollo d’intesa con l’associazione Onlus Ciao presente in città per la tutela delle madri detenute e dei loro figli. Proprio nel capoluogo lombardo infatti, in zona Navigli, c’è l’unico esemplare in Italia di casa protetta volta ad ospitare donne in gravidanza, genitori ai quali sono stati concessi durante le indagini preliminari gli arresti domiciliari e che hanno bambini di età inferiore ai 6 anni oppure che, dopo essere stati condannati in via definitiva, hanno ottenuto i domiciliari e hanno figli fino ai 10 anni.

=> Rimanete sempre aggiornati sulla sezione DONNA  di UrbanPost

Ovviamente la casa dell’Onlus Ciao ospita persone indigenti che, oltre ad avere avuto problemi con la giustizia, non hanno una casa o familiari disposti ad ospitare loro e i loro figli. Una situazione che ovviamente si ripercuoterebbe sui minori a loro affidati. Per questo motivo la presidente e direttrice dell’associazione Elisabetta Fontana ha spiegato a Corriere.it che l’obiettivo “è di creare un ponte tra carcere, famiglia e territorio per creare uno spazio che sia ‘altro’ rispetto al carcere, in cui la madre possa vivere la propria maternità e il bambino stare in un luogo che garantisca il suo benessere”.

=> Continuate a seguirci sulla pagina Facebook Urban Donna!

Per questo motivo è nato il progetto della Onlus Ciao “Mamma, sempre e ovunque” che offre alle madri detenute con figli, che rientrano nei criteri sopra riportati, un appartamento in condivisione con altre mamme nella stessa situazione, i beni necessari per la gestione della quotidianità, un accompagnamento socio educativo, un sostegno psicologico e un aiuto nell’accesso ai servizi sul territorio mentre i bambini vengono introdotti nelle strutture scolastiche della zona.

Sarkozy

L’annuncio di Sarkozy: l’ex-presidente lascia la politica?

coppa del mondo scherma

Coppa del Mondo Scherma: oro per le azzurre della Sciabola