in ,

Maestra mostro a Ravenna: sapone in bocca ad alunno per “lavare le bestemmie”

La maestra di una scuola materna di ispirazione cattolica del ravennate, è stata rinviata a giudizio per maltrattamenti ai danni di un alunno. Le accuse a suo carico arrivano dopo un lungo periodo di indagini, scaturite dalle segnalazioni fatte dai genitori del piccolo che, nel passaggio dalla scuola materna alle elementari, mostrò evidenti problemi comportamentali e timore di essere picchiato dalle nuove insegnanti.maestra mostro a Ravenna

La Procura di Ravenna ha quindi aperto un fascicolo per far luce sulla vicenda e verificare l’operato dell’insegnante, peraltro sempre difesa dall’istituto scolastico di appartenenza. Dalle indagini è emersa una sconcertante realtà: il piccolo bambino era stato punito in un modo orribile per suoi presunti comportamenti indisciplinati: sapone in bocca “per lavare via le bestemmie”, scappellotti e punizioni corporali in uno sgabuzzino della scuola.

A fronte di ciò, il Giudice per l’udienza preliminare, Rosella Materia, ha deciso di rinviare a giudizio la docente, la quale si dichiara completamente estranea alle accuse. L’udienza sarà pertanto aggiornata a metà dicembre, quando verranno sentiti tutti i consulenti di parte che dovranno appurare l’attendibilità dei racconti del bambino.

Salvatore Parolisi assolto per mancata consegna 24 settembre

Salvatore Parolisi, ultimi aggiornamenti 24 settembre: assolto dall’accusa di violata consegna

secondo lavoro trasformando un hobby

Come trovare un secondo lavoro trasformando gli hobby in business