in ,

Maestra trovata morta nel bosco, autopsia: ecco come è morta Nadia Arcudi

Forse quando è arrivata nel bosco era ancora viva. Nadia Arcudi è morta soffocata – lo conferma l’autopsia – e non ha tentato di ribellarsi a chi le avrebbe messo un sacchetto di plastica in testa, perché sul suo corpo non sarebbero stati evidenziati segni di una possibile colluttazione.

Ciò farebbe presupporre che la maestra 35enne possa essere stata avvelenata o tramortita con farmaci prima dell’aggressione mortale. Saranno gli esami tossicologici in corso a stabilirlo molto presto. Nadia Arcudi sarebbe stata dunque avvelenata nella sua casa di Stabio, in Svizzera, e successivamente trasportata nel bosco di Rodero, nel Comasco.

Leggi anche: Omicidio Nadia Arcudi, la maestra uccisa dal cognato? L’uomo fa parziali ammissioni, eccole

Ad ammettere solo l’occultamento del corpo il cognato, Michele Egli, in carcere a Lugano con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere, il quale ha detto ai magistrati di avere trovato la donna già esanime e, per non causare uno shock ai familiari, di avere avvolto il suo corpo in un tappeto, coprendone la testa con un sacchetto di plastica, e di averlo trasportato in auto nel bosco, dove lo ha abbandonato. La sua versione non è stata ritenuta credibile dagli inquirenti.

Seguici sul nostro canale Telegram

Tu Si Que Vales 2017 giudici

Programmi tv stasera 22 Ottobre: Tú sí que vales ed Harry Potter e la pietra filosofale

Tale e Quale Show 2016

Tale e Quale Show 2016 sesta puntata del 21 ottobre: pagelle, classifica e vincitore