in ,

Mafia Capitale: insulti e proteste in Campidoglio al grido di “Marino dimettiti!”

Caos, disordini e proteste in piazza Campidoglio a Roma, durante la prima seduta dell’Assemblea capitolina, riunitasi in presenza del sindaco della Capitale, Ignazio Marino, per ratificare la sostituzione dei consiglieri arrestati nell’ambito dell’inchiesta ‘Mafia Capitale 2’. Clima di tensione fuori dal Palazzo Senatorio, e un solo grido unanime: “Marino dimettiti!”. A chiedere le immediate dimissioni di tutta la giunta, i rappresentanti dei lavoratori di Roma Multiservizi, un gruppo di attivisti del M5S, tra cui i deputati Alessandro Di Battista e Roberta Lombardi, e una delegazione di destra formata da rappresentanti di Ncd, FdI, attivisti vicini a Casapound, comitati e Noi con Salvini.

Lo scandalo che sta investendo Roma, acuitosi dopo i recenti 5 arresti per appalti pubblici truccati eseguiti dalla Guardia di Finanza su disposizione della Procura della Repubblica di Roma, non fa arretrare di un passo il primo cittadino Marino che ieri, intervenendo nella trasmissione “Di Martedì” su La7, ha dichiarato: “Mi sembrerebbe davvero il mondo all’incontrario. Ora è il momento di andare avanti, perché finalmente in Campidoglio si sta cambiando tutto […] Quelli di cui non mi fido non li frequento. Sulla mia giunta io garantisco. Ho degli assessori straordinari”.

Ma ieri, durante la seduta del consiglio comunale, blindata al pubblico e ai giornalisti, la tensione è stata altissima. Al grido di “mafiosi!”“fateci entrare buffoni!” e “dimettetevi tutti!”, molti militanti grillini son riusciti ad oltrepassare le transenne predisposte da Vigili urbani e Polizia, venendo però bloccati sulla scalinata dell’ingresso ‘Sisto IV’. Durissime le parole del deputato pentastellatoAlessandro Di Battista, interpellato dai cronisti: “Prima che questo Comune venga sciolto per mafia mettendo la Capitale in una situazione drammatica, è meglio che Marino si dimetta e lasci la parola ai cittadini. Il Pd ha paura che il M5S vinca le elezioni. Noi siamo pronti, siamo l’unica forza politica che non è coinvolta in questo scandalo”.

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 10 giugno: caso Yara Gambirasio news

Eder Calciomercato Bologna

Calciomercato Inter ultimissime: Eder, offerti tre giocatori alla Sampdoria