in ,

Mafia, pizzo ad una fiction tv di Riccardo Scamarcio: sequestrati beni per 1,7 mln

La procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo- Sezione Misure di Prevenzione, ha emesso un provvedimento di sequestro, che è stato eseguito stamattina dalla Guardia di Finanza, a carico dell’imprenditore palermitano, pregiudicato, Tommaso Castagna, al quale sono stati sequestrati: una società con relativo complesso aziendale, una ditta individuale, un magazzino, un autoveicolo e disponibilità finanziarie, per un ammontare complessivo di oltre 1,7 milioni di euro.

sequestro beni 1,7milioni di euro per pizzo mafia a società produzione cinematografica fiction tv Scamarcio Tommaso Castagna

L’uomo, 45 anni,  proprietario e titolare della “Castagna onoranze funebri” e della ditta “Don Cafè” di Cristian Di Bella, aveva avuto in passato trascorsi con la giustizia, in quanto ritenuto un affiliato del clan mafioso della famiglia Noce. Nell’ottobre 2012, era infatti stato arrestato  con l’accusa di estorsione ed associazione a delinquere di stampo mafioso, nell’ambito dell’operazione di polizia “Atropos”, poiché chiedeva il  “pizzo” a numerosi imprenditori ed esercenti commerciali dei quartieri controllati.  Tra questi, anche una società di produzione cinematografica, che nel periodo in cui sono stati contestati i fatti, stava girando una fiction tv intitolata “Il segreto dell’acqua”, con protagonista Riccardo Scamarcio”. L’imprenditore Palermitano era stato dunque condannato a 10 anni di reclusione per estorsione aggravata.

Aveva  dichiarato redditi nettamente inferiori a quelli imponibili, ed, ad ogni modo, incompatibili con gli investimenti da effettuare per l’avvio e la gestione delle proprie attività . In una nota della Finanza, si legge infatti che: ” …per tali ragioni, il Tribunale di Palermo ha ritenuto tale attività come direttamente riconducibile al condannato e ricompresa tra i beni considerati frutto delle attività illecite o reimpiego dei relativi proventi, attesa la sproporzione con i redditi dichiarati dal complessivo nucleo familiare”.

 

Anticipazioni Il segreto venerdì 22 agosto: la pazzia di Adolfina

Tribunale Palermo indagine piano giovani 2014

Sicilia, Piano Giovani fallito: ora l’inchiesta della Procura