in ,

Mafia, Totò Cuffaro ha chiesto la grazia al capo dello Stato

È rinchiuso nel carcere romano di Rebibbia da 4 anni e ora Totò Cuffaro, l’ex Governatore della regione Sicilia condannato a 7 anni per favoreggiamento a Cosa Nostra, si è rivolto al Capo dello Stato per chiedere la grazia. Fallita la richiesta di affidamento ai servizi sociali risalente a circa un anno fa, ora l’ex presidente si gioca un’altra carta per tentare di uscire dal carcere, quando ancora gli mancano 3 anni da scontare in cella.

La sua richiesta di grazia è stata trasmessa proprio nel giorno in cui il presidente Giorgio Napolitano si apprestava a dare le dimissioni. Ora toccherà al pg Roberto Scarpinato esaminare la richiesta avanzata da Cuffaro, e decidere se esistano o meno i presupposti per restituirgli la libertà. C’è un dettaglio che tuttavia non va trascurato: l’ex Presidente non ha ancora chiuso i conti con la giustizia, in quanto risulta indagato per truffa nell’inchiesta sulla finanza creativa della Regione e sui rapporti con la banca giapponese Nomur.

Greta e Vanessa rientrano nei loro paesi

Greta e Vanessa, oggi il ritorno a casa: “Chiediamo scusa all’Italia”

Echosmith band californiana ospite a Quelli che il calcio

Anticipazioni Quelli che il calcio: ospite la band di giovani californiani Echosmith