in

Maggiori rischi celiachia se nel menù dei neonati manca il glutine

L’alimentazione dei neonati è ricca di indicazioni e controindicazioni. Oggi se ne aggiunge un’altra: se nei primi sei mesi di vita, al bambino non vengono dati alimenti contenenti glutine, il rischio che in futuro si ammali di celiachia aumenta significativamente.

Ad affermarlo, uno studio condotto da un’equipe di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Salute Pubblica ad Oslo (Norvegia) e diretto da Ketil Størdal. Gli epidemiologi hanno raccolto informazioni, su oltre 82mila bambini. In particolare a loro serviva sapere quanti di questi avessero incominciato a mangiare al alimenti contenenti glutine a partire dal quarto mese di vita, quanti invece avessero assaggiato il glutine tra il quinto e il sesto mese, e quanti dopo i sei mesi.

bambini seno materno

Dalla ricerca è emerso che proprio quest’ultimi presentavano una maggiore predisposizione ad ammalarsi di celiachia (l’intolleranza al glutine – una sostanza contenuta nei chicchi di grano – che suscita una reazione allergica da parte del sistema immunitario) con una percentuale di ben il 27% in più rispetto ai bebè che avevano assunto glutine nella propria alimentazione già prima della soglia dei sei mesi.

Ma non solo. Gli epidemiologi hanno intervistato le mamme chiedendo loro fino a quando fosse durato l’allattamento al proprio seno. Anche in questo caso, i bambini allattati con latte materno oltre un anno erano a maggior rischio di celiachia di ben il 49% in più rispetto ai bambini allattati per un periodo più breve.

Seguici sul nostro canale Telegram

Anna Munafo a UeD

Uomini e Donne, nel passato della tronista Anna Munafò il bel Tomaso Trussardi

Anticipazioni Il Segreto, Alex Gadea lascia la soap opera e sogna il matrimonio