in

MakeMeApp la startup innovativa d’Italia per lo StarTau di Tel Aviv

MakeMeApp è la startup ragusana, creatrice di Glifus, l’app per il mobile commerce B2B (business to business), che è stata selezionata per il padiglione Italia alla TAU Innovation Week di Tel Aviv, l’evento organizzato dallo StarTau (centro per l’imprenditorialità dell’Università di Tel Aviv) e dal Ramot (Centro per il trasferimento tecnologico). Grazie a Glifus, le aziende possono avere un controllo completo e in tempo reale sulla rete vendita, semplificando il lavoro degli agenti sul campo e integrando gestione e controllo con gli strumenti informatici eventualmente presenti in azienda.

“Siamo felici di portare all’estero l’Italia che non si arrende, ma innova e prova a ridefinire il nuovo Made in Italy. Ancor di più in un paese come Israele che ha fatto della tecnologia una bandiera, diventando uno dei poli di riferimento mondiale per le startup. L’innovazione tecnologica può cambiare le sorti di una nazione: se pensate a cosa ha realizzato il paese che ci ospiterà, con appena sette milioni di abitanti, c’è da chiedersi dove possiamo arrivare noi”. Queste le parole di Roberto Chibbaro, 39 anni, fondatore di MakeMeApp.

Giunta alla sua terza edizione, la TAU Innovation Week di Tel Aviv ha visto crescere l’interesse internazionale per le opportunità di networking e incontro tra innovatori e investitori provenienti da tutto il mondo. In occasione di questo evento, Glifus mostrerà a potenziali clienti o investitori la forza del mobile commerce B2B e come una tecnologia, 100% Italia, possa accelerare le attività di qualsiasi business o azienda. MakeMeApp è il vanto della Sicilia, del Mezzogiorno e dell’intero territorio Nazionale.

 

sampdoria parma antonio cassano

Calciomercato Bologna: pazza idea Cassano-Pazzini per la Serie A

Moto Gp news

MotoGp, Argentina: Aleix Espargaró sulla Suzuki davanti a tutti, Rossi solo nono