in

Malaria: in arrivo una potenziale cura basata su proteina sintetica

La malaria è una parassitosi, fra le più diffuse al mondo, il cui sintomo principale è la febbre alta, associata a deliri e tachicardia, ma non solo. Ogni anno uccide circa 400 mila persone e si trasmette tramite la specie di zanzare Anopheles. Dall’Australia, precisamente a Sidney, alcuni ricercatori del Queensland Institute of Medical Research, sembrano aver operato una svolta importante nella lotta a questa tremenda malattia.

Gli immunologi sono riusciti a formulare una possibile cura definitiva contro la malaria, basata su una proteina sintetica che si trova sulla superficie delle cellule umane immunitarie: la PD-L2. Questa proteina ha come compito quello di ordinare al nostro sistema immunitario di attaccare l’infezione ma, nei soggetti con diagnosi di malaria, risulta a livelli più bassi della norma. I ricercatori hanno così sintetizzato la proteina e i primi test sui topi hanno dato esito positivo.

Dopo aver somministrato la proteina sintetica, infatti, i topi di laboratorio sono guariti totalmente, mostrando anche di avere una difesa contro successive infezioni. Michelle Wykes, a capo dello studio, ha dichiarato: “Non solo la PD-L2 sintetica cura l’infezione ma dopo cinque mesi, quando l’infezione è superata, se i topi sono reinfettati, anche se non viene loro più somministrata la proteina, restano completamente protetti, non contraggono più l’infezione. Non mostrano nemmeno presenza di parassiti nel sangue. È una protezione senza precedenti“.

[dicitura-articoli-medicina]

Cannabis legale zurigo

Cannabis, a Zurigo diventa legale: “Non c’è alcun pericolo per la salute”

oroscopo paolo fox settembre segno per segno

Oroscopo Paolo Fox, Settembre 2016: le previsioni segno per segno