in ,

Malattie bambini: ecco i sintomi della varicella e del morbillo, consigli su come riconoscerle

Nei primi anni di vita dei bambini le difese immunitarie non sono ancora ben sviluppate proprio per questo spesso si deve fare i conti con alcune malattie che è possibile contrarre in questo periodo. Varicella e morbillo sono solo alcune delle malattie esantemiche tra le più comuni che possono manifestarsi nella prima infanzia. Proprio per riconoscerle ed essere pronti ad affrontarle: ecco i sintomi che le caratterizzano.

La varicella si presenta con la comparsa di eruzioni cutanee, pustole rosse sulla faccia e sul corpo che aumentano progressivamente con il passare dei giorni. Altri sintomi che la caratterizzano sono: febbre alta e prurito sulle vescicole, che si consiglia di non grattare per evitare che rimangano segni permanenti sulla pelle. La malattia è infettiva e il contagio avviene tramite contatto diretto. La sua cura, che solitamente avviene con antifebbrili e antistaminici, dev’essere sempre prescritta dal pediatra che si occupa della salute del bambino. A differenza della varicella, nella quale la febbre alta inizia a comparire dal secondo giorno, nel morbillo uno dei primi sintomi è l’immediato aumento della temperatura corporea.

Altri segnali che possono aiutare a riconoscere questa malattia sono: il raffreddore, la tosse, la congiuntivite e la comparsa all’interno della bocca, in corrispondenza delle guance, di macchioline bianche. Nei giorni successivi iniziano a manifestarsi sul viso le prime eruzioni cutanee di colore rosso, che poi vanno a estendersi progressivamente su tutto il corpo. Per prevenire la sua insorgenza ai bambini da 1 ai 2 anni è somministrato il vaccino anti-morbillo e in età successive vengono effettuati dei richiami; per la varicella invece il vaccino si fa entro i 13 anni di vita e con due richiami in anni successivi. E’ importante in questi casi per il benessere del proprio piccolo consultare sempre il pediatra che saprà fornire il supporto e l’assistenza più idonea alla cura della malattia.

Photo credit: Nadezhada 1906/shutterstock

Coppa Italia, Juventus 2-1 Lazio, Ledesma consola Cataldi: “Diventerai capitano”

Stash the Kolors non si sente bello

Amici 14 The Kolors: Stash antidivo, l’umiltà di fronte al successo