in ,

Maltempo al centro-sud: 3 morti, allerta rossa in Sicilia

Sono tre i morti causati dalla violenta ondata di maltempo che ieri ha colpito le regioni del centro Italia e cagionato gravi danni soprattutto nel Lazio, dove è esondato il fiume Aniene. Un 40enne meccanico dell’Atac residente a Fiuggi è morto a Paliano, nel Frusinate: la sua auto, con a bordo tre persone, è finita in una voragine. Due dei passeggeri, un 60enne e un 40enne, sono riusciti a mettersi miracolosamente in salvo, lui, invece, è stato estratto senza vita dai vigili del fuoco.

A Civitella Roveto, in provincia de L’Aquila, una donna di 51 anni, Adonia Sabatini, è stata travolta da una frana ed è morta sotto il muro di contenimento della propria abitazione. Sempre in Abruzzo, a Tagliacozzo, un uomo di 67 anni, Giovanni Tolli, è stato ucciso da un fulmine. Sono circa un centinaio le persone evacuate per l’esondazione del Rio Spalto, in Abruzzo.

E ora il maltempo si è spostato nelle regioni del sud: forti temporali e rischio nubifragi in Campania, soprattutto nel Casertano e Napoletano. Piogge forti sulla Calabria ionica la sera, piogge irregolari altrove. Allerta rossa in Sicilia, a Trapani, Palermo, Messina e Catania, dove in molti comuni le scuole quest’oggi rimarranno chiuse.

Fiorentina Calciomercato Inter

Calciomercato Inter ultimissime: Bernardeschi della Fiorentina nel mirino

Carabinieri Torino

Bari, sgominata banda dei tir: rapinavano autotrasportatori, sei arresti