in

Maltempo al Nord Italia, Casargo: valanga di fango sfollate 200 persone

Il maltempo si è abbattuto sul Nord Italia. Nella serata di ieri 6 agosto 2019 un violento nubifragio ha attraversato tutto Nord Italia. Moltissime sono state le città messe in ginocchio dal maltempo. Le violente piogge, che si sono abbattute sul Lecchese, hanno provocato una frana di grosse dimensioni a Casargo e l’esondazione del torrente del paese. Case, edifici, strade e automobili parcheggiate lungo le strade sono state completamente invase dal fango e dai detriti. Una paura incredibili per gli abitanti del luogo. Molte zone della città sono state immediatamente evacuate dai Vigili del Fuoco. Il caldo ha lasciato spazio al maltempo, che questa volta ha creato danni seri.

Leggi anche –> Savona, aereo precipita sulle alture di Calizzano: due morti

Maltempo al Nord a Casargo

Tra la serata di ieri 6 agosto e la nottata di oggi 7 agosto 2019 il Nord Italia è stato messo in ginocchio dal Maltempo. Il paese di Casargo, in provincia di Lecco in Lombardia, è stato colpito da un vero e proprio nubifragio che ha causato una valanga di fango e detriti. Inoltre anche il torrente del paese è esondato. Sono immediatamente intervenuti sul posto per prestare soccorso i Vigili del Fuoco, la Protezione civile e l’elisoccorso alzatosi in volo da Milano e Sondrio. Sul posto sono giunti anche i tecnici del soccorso alpino e cinque mezzi del 118. La frana, che si è riversata anche sulle strade, ha interrotta la provinciale 67. Le abitazioni nella parte alta del paese, quelle più vicine al torrente, sono state evacuate. Le duecento persone sfollate hanno trascorso la notte presso il centro professionale alberghiero di Casargo. Anche il cimitero del paese è stato completamente sommerso dal fango e dalle acque del torrente. Infine, la frana ha sradicato una centralina del gas. Antonio Leonardo Pasquini, sindaco di Casargo, ha fatto la stima dei danni e ha dichiarato: «I danni sono ingenti, ma non ci sono per fortuna vittime». 

Notte di paura anche a Bolzano

La città di Bolzano è stata colpita da un’ondata di maltempo. Piogge forti, vento e grandine hanno messo in ginocchio l’intera comunità. Una vera e propria bomba d’acqua si è abbattuta sulla città e ha provocato danni ingenti come: allagamenti, cadute di alberi e tettoie scoperchiate. A causa degli alberi abbattuti dal vento forte anche molte strade sono rimaste bloccate, ma per fortuna grazie al lavoro incessante dei Vigili del Fuoco la situazione sta ritornando alla normalità. Al lavoro anche tutti gli uomini del Servizio Strade del Comune di Bolzano, della Giardineria e della SEAB. L’assessore Luis Walcher ha dichiarato: «Si è trattato dell’episodio temporalesco più violento mai abbattutosi sulla conca bolzanina dal 28 giugno del 2008 ad oggi. Ingenti i danni, credo purtroppo il 100% per vigneti e meleti nel cuneo verde».

Leggi anche –> Cesena, incidenti sulla via Cervese: quella lunga scia di sangue che porta al mare

Immagini di repertorio

Savona, aereo precipita sulle alture di Calizzano: due morti

Roma, vietato sedersi sulla Scala di Trinità dei Monti, Sgarbi: «Provvedimento quasi fascista!»