in

Maltempo Forlì- Cesena, cede l’argine del Montone: la situazione nelle ultime ore

Si è passati dalla criticità al controllo, nelle zone di Forlì-Cesena, dove la situazione maltempo resta grave. L’attività dei tecnici della Protezione civile dell’Emilia-Romagna, unitamente al sistema del volontariato, dei Vigili del Fuoco, delle Polizie municipali e delle Forze dell’Ordine, prosegue per affrontare la forte ondata di maltempo che ha interessato la regione nelle ultime ore. La situazione più difficile si registra a Forlì, dove l’argine della sponda sinistra del Montone ha ceduto nei pressi del ponte dell’A14, verso l’abitato di Villafranca. La circostanza ha reso necessaria la chiusura della provinciale via Lughese a Forlì, tra San Martino in Villafranca e Villafranca. Anche le campagne circostanti risultano allagate. Nella serata di ieri, lunedì 13 maggio 2019, poi, la piena ha fatto il resto: l’acqua invadendo diverse case, ha costretto alle prime evacuazioni, sempre a Villafranca e San Martino. La situazione è critica anche per alcune aziende. Sul posto è intervenuto anche il sindaco Davide Drei, assieme ai tecnici di Protezione Civile, Consorzio di Bonifica, forze dell’ordine e vigili del fuoco ma a nulla sono serviti gli sforzi: le acque col passare delle ore si sono allargate sempre più, anche oltre il chilometro di distanza dall’effettivo punto di rottura dell’argine. Nelle frazioni di Villafranca e San Martino di Villafranca è stata disposta la chiusura delle scuole nella giornata di oggi, martedì 14 maggio 2019.

Maltempo Romagna, la situazione nelle ultime ore

Anche, il fiume Secchia rimane per tutta la giornata di oggi, martedì 14 maggio, osservato speciale. Chiusi – oltre a Ponte Alto e dell’Uccellino – anche Ponte Motta a Cavezzo e Ponte S. Martino tra Carpi e S. Prospero perché la piena è arrivata a valle. In alcuni comuni (Carpi, Bastiglia, Bomporto e Soliera) le scuole più vicine agli argini dei corsi d’acqua rimarranno chiuse. I monitoraggi continuano anche sul Panaro, dove il colmo è tra il Ponte di Navicello, a Nonantola, e Bomporto mentre in Appenino segnalazioni di dissesti interessano in particolare le strade provinciali: quella di Roncoscaglia a Sestola è chiusa; la provinciale a Zocca e SP23 a Prignano sono a senso unico alternato.

Romagna allerta meteo rossa

Maltempo Romagna, la nota della Prefettura

A Cesena si è verificata la rottura dell’argine del Savio, con le acque che hanno invaso la zona di campagna di Martorano provocando l’evacuazione di due famiglie. Ordinata la chiusura delle scuole per oggi, 14 maggio. A Rimini tutti i fiumi sono tornati sotto la soglia di attenzione ma si segnalano frane nel comune di S. Agata Feltria. Nella giornata di oggi, si terrà in Provincia, una riunione operativa per valutare le conseguenze del crollo della traversa del Marecchia a Ponte Verucchio, avvenuto nella mattinata di ieri. A Ravenna l’emergenza ha riguardato il Savio a Castiglione e Mensa Matellica, nei comuni di Ravenna e Cervia, dove i livelli del fiume sono di record storico a circa 10 metri. Ai cittadini è stato dato ordine di recarsi ai piani alti delle abitazioni. “Dalla condivisione delle informazioni – scrive la Prefettura di Forlì- Cesena in una nota – è emerso che la situazione, per quanto critica, non comporta, allo stato attuale, pericolo per la incolumità delle persone e risulta, sostanzialmente, sotto controllo, grazie all’impegno sinergico di tutte le componenti della protezione civile, impegnate sin dalle prime ore della giornata”.

Leggi anche —> Savio esondato a Cesena: ferrovia e “Secante” bloccate, allerta anche a Ravenna per l’onda di piena

Il Santo del giorno 14 maggio: San Mattia apostolo

Alaska, scontro tra idrovolanti: cinque morti e dieci feriti