in ,

Maltempo, neve e gelo da nord a sud: ecco fino a quando durerà

L’ondata di gelo e neve che sta interessando l’Italia da oltre 24 ore, ha colpito in particolar modo Abruzzo, Molise, Puglia e Sicilia. Neve anche a basse quote e crollo delle temperature fino a 15 gradi. Disagi e strade bloccate al centro-sud, com’era prevedibile.

A Pescara, oggi 18 gennaio, per volontà della amministrazione comunale le scuole sono rimaste chiuse per neve; idem dicasi per una trentina di Comuni dell’Abruzzo, che hanno deciso di adottare misure di sicurezza per scongiurare incidenti sulle strade.

Anche in Puglia, soprattutto nel Foggiano, diversi comuni colpiti dal maltempo degli ultimi giorni e da intense nevicate, oggi hanno optato per la chiusura delle scuole. Sulla statale 17 che collega Foggia a Campobasso, sono al lavoro dalle prime ore di questa mattina i mezzi spazzaneve, e ieri i volontari della protezione civile hanno portato beni di prima necessità a diverse famiglie che abitano nelle campagne di Castelnuovo della Daunia, rimaste isolate. Bufere di neve in Sicilia, ieri e durante la notte, soprattutto nell’Ennese, dove molti comuni hanno per oggi interrotto le lezioni scolastiche, anche all’università Kore di Enna. Molte strade interrotte (la statale 117 Nicosia-Mistretta si può percorrere solo con le catene) sia statali che provinciali.

Nella notte su quasi tutta la Penisola le temperature andranno sotto i zero gradi, eccezion fatta per le coste e la Sardegna, dove saranno meno basse. Nella mattinata di domani, 19 gennaio, una nuova perturbazione coinvolgerà la Sardegna portando forti piogge e precipitazioni nevose sopra gli 800 metri, per poi spostarsi nelle coste tirreniche; dopodiché già da mercoledì 20 gennaio si registrerà un notevole miglioramento della situazione e il progressivo aumento delle temperature.

Domani 19 gennaio, sono infatti previsti ammassi nuvolosi 

su molte regioni
, soprattutto tra basso Piemonte e Liguria e sulle aree alpine occidentali, ma scarse precipitazioni. Le temperature minime sono in lieve calo sul Triveneto e nelle regioni adriatiche, in graduale aumento, invece, nelle due isole maggiori e stazionarie nel resto d’Italia. I venti saranno sempre più deboli, e già sabato l’anticiclone delle Azzorre si porterà verso l’Europa sud-occidentale e in Italia, dove è previsto un rialzo delle temperature fin sopra la norma stagionale.

gigi d'alessio facebook cancellato nome ambulanza

Gigi D’Alessio infuriato su Facebook: il suo nome cancellato da un’ambulanza regalata all’Ospedale di Caserta

deodorante fai da te

Deodorante naturale per ambienti fatto in casa