in

Maltempo ultime news: 4 morti, decine di feriti e treni bloccati in Calabria

L’Italia ieri, 23 febbraio 2019, è stata investita da una forte ondata di maltempo, che ha provocato diversi danni a cose e persone. Una giornata quella di sabato 23 febbraio davvero difficile per gli abitanti del Lazio e della Calabria. Nel Lazio a causa delle forti raffiche di vento ci sono stati 4 morti e diversi feriti a seguito della caduta di alberi e di tetti scoperchiati. In Calabria, invece, centinaia di cittadini sono rimasti bloccati sui treni. Una situazione davvero difficile che è proseguita anche durante la notte, che ha fatto scattare l’allerta meteo anche per la giornata di oggi, domenica 24 febbraio, nonostante un’attenuazione progressiva dei venti tempestosi. Tuttavia, secondo i principali siti meteo, anche nelle prossime 48 ore la primavera non ha minimamente intenzione di dare segni del suo imminente arrivo.

Leggi anche –> Meteo a lungo termine: marzo inizierà con il gelo invernale?

La situazione nel Lazio dopo le raffiche di vento

A causa delle raffiche del vento e del maltempo, ieri 23 febbraio, la regione Lazio ha subito moltissimi danni sia a cose sia soprattutto alle persone. Nella regione ci sono stati ben 4 morti e diversi feriti. Due anziani sono morti ad Alvito, in provincia di Frosinone, per il crollo di un muro che intorno alle 10 a causa del forte vento ha travolto la loro auto. A Guidonia, provincia di Roma, un pino si è abbattuto su un’auto in via Maremmana uccidendo sul colpo il conducente, un quarantacinquenne romeno. Infine tra le vittime vi è un ragazzino di soli 14 anni, morto schiacciato dal corpo del padre che, mentre stava riparando la tettoia della loro ditta danneggiata dal maltempo, ha perso l’equilibrio probabilmente a causa di una raffica ed è caduto da un’altezza di sei metri finendo addosso al figlio che era sotto la scala. Tra i numerosi feriti c’è una donna di 70 anni di Roma con una ferita alla testa provocata da un’insegna pubblicitaria staccata e fatta volare dal forte vento. Inoltre le raffiche di vento hanno sradicato diversi alberi, che sono finiti sulle strade bloccando la circolazione in diverse zone del Lazio.

I treni bloccati in Calabria

Non è bastato solo il maltempo a rendere difficile la situazione in Calabria con ben 30 chiamate ai vigili del fuoco e con la circolazione ferroviaria, sulla linea Catania-Siracusa, sospesa per la presenza di rami sulla linea elettrica dovuta al forte vento. Ad accrescere la paura nei cittadini è stato anche l’incendio scoppiato sopra i binari nella zona di Paola, in provincia di Cosenza. Un incendio che ha lasciato a piedi moltissimi passeggeri diretti a Roma Termini e Milano Centrale. I ritardi accumulati sono arrivati fino a 13 ore. Una situazione davvero delicata e soprattutto difficile da ripristinare. Un Italia in ginocchio, che si rialzerà più forte di prima e accoglierà la prossima primavera a braccia aperte.

Leggi anche –> Scomparsa a Salemi, emerso l’inferno vissuto da Angela Stefani: la terribile indiscrezione

Pisa, ladri rompono vetro dell’auto: a bordo però c’è un bimbo di 5 mesi che dorme

Fate colazione con una tazza di latte e cereali? Ecco i rischi che correte ogni mattino