in ,

MammaFit corsi, intervista a Elaine Barbosa: “Benefici fisici ma anche psicologici per le mamme”

Dopo il parto rimettersi in forma è importante ma, molto spesso, tra vita familiare e impegni lavorativi, non c’è tempo per prendersi cura di sé. Proprio da questa idea due esperte di fitness ma soprattutto mamme, Elaine Barbosa e Monica Taranto, hanno avuto l’idea di portare in Italia la ginnastica con passeggino o con marsupio e molte altre idee attraverso i corsi della loro progetto MammaFit: ecco cosa ci ha raccontato una delle founder in questa intervista esclusiva.

Da quale idea e come è nato il progetto MammaFit?
MammaFit nasce dal fatto che Monica e io (Elaine) siamo mamme ma abbiamo sempre lavorato nel settore del fitness e da quando sono nati i nostri figli abbiamo capito che, avendo bambini da accudire giorno e notte, avere il tempo per andare in palestra e tenersi in forma diventava un po’ complicato. Quindi ci è venuto in mente che era possibile fare attività fisica utilizzando il passeggino e altri strumenti ma soprattutto allenarsi e tornare in forma con il bambino. Quando si diventa madri tutto quello che non fa parte del mondo del bambino, della casa e della famiglia viene messo da parte, anche tenersi in forma e, a fronte della nostra mancanza dell’attività fisica una volta diventate mamme, ci è venuta questa idea.

In partenza avreste pensato che questo progetto avrebbe avuto così tanto successo?
Quando abbiamo avuto questa idea, siamo andate un po’ a “frugare” sul web e abbiamo visto che negli Stati Uniti e in Inghilterra era una cosa che andava abbastanza bene ed erano già più di 10 anni che si faceva la ginnastica con il passeggino. Da un lato abbiamo avuto paura che pensassero che fossimo pazze, dall’altro abbiamo visto che in altri Paesi già si faceva e che forse poteva funzionare anche in Italia. Abbiamo lavorato sodo da quando è partito il progetto nel 2010 e in questi anni siamo state in contatto con circa 10 – 12 mila mamme; la maggior parte dei corsi si svolge prevalentemente in Lombardia ma si trovano corsi firmati da noi più o meno in tutta Italia.

Quali sono i benefici più evidenti che avete riscontrato sulle mamme che partecipano ai vostri corsi?
Il primo beneficio che si riscontra già a partire dal primo giorno di corso è quello psicologico perché chiaramente, stare con altre donne, confrontarsi, conoscere altre mamme fa sicuramente bene in questa fase. Inoltre bisogna considerare che fare attività fisica permette un rilascio ormonale che fa sentire bene con il semplice fatto di muoversi. Poi è ovvio, dopo qualche settimana di allenamento cominciano ad essere più toniche, più snelle, a perdere peso, a godere di tutti i benefici dell’attività fisica. Il beneficio fisico con MammaFit si accompagna con quello psicologico che può essere molto utile per combattere un’eventuale tendenza alla depressione post partum.

Quali sono fisicamente i problemi più tipici per le mamme dopo il parto?
I problemi sui quali noi ci concentriamo di più durante i nostri corsi sono il pavimento pelvico con il recupero della zona perineale con esercizi specifici ma anche gli addominali perché durante la gravidanza c’è stato il rilascio dell’addome quindi dopo il parto questa muscolatura va recuperata; ed è importante farlo nel modo giusto perché i classici addominali che si fanno in palestra tendenzialmente non vanno bene, servono invece esercizi specifici da fare dopo il parto per la condizione particolare della zona.

E i bambini durante le lezioni come reagiscono?
I bambini sono la parte più bella della lezione, noi ci alleniamo ma gli occhi sono sempre per loro; c’è la giornata in cui piange, quella in cui invece sorride tutto il tempo, quella in cui ride forte mentre la mamma fa gli esercizi e si muove in modo strano. Quando c’è la lezione con il passeggino è tutto il tempo nella sua postazione ma viene comunque distratto da ciò che avviene attorno a lui. Capita certamente la volta in cui il bambino piange e il nostro consiglio è quello che la mamma si fermi per qualche minuto per accudirlo senza problemi, per allattarlo o cambiare il pannolino. Per noi il bambino è la priorità perché se il bambino è tranquillo, la mamma è tranquilla. Tante volte capita che magari il piccolo piange perché vuole dormire per cui noi durante gli esercizi cerchiamo di muovere il più possibile il passeggino in modo da cullarlo. Per questo tante volte capita che il bambino durante la lezione si rilassi e quindi si addormenta.

Quali i nuovi progetti per il futuro di MammaFit?
Le idee sono veramente tante; ad esempio abbiamo già scritto un libro (2011) e abbiamo fatto un DVD per la ginnastica con il passeggino e vorremmo fare la stessa cosa con il marsupio. Stiamo per lanciare a novembre un corso di ballo con il marsupio, stiamo per partire con la formazione degli istruttori e coloro che parteciperanno poi potranno proporre questa attività nella propria zona. Inoltre per le donne stiamo lanciando per ottobre anche la ginnastica facciale, la Face Fit, perché nel viso ci sono tantissimi muscoli che noi non andiamo a lavorare ed è il motivo per il quale il viso invecchia abbastanza in fretta. 

Grazie

Credit Foto: Lisa Conti / MammaFit

Candreva Calciomercato

Calciomercato Inter ultimissime, Candreva primo obiettivo: Cuadrado l’alternativa

Diretta Valencia-olimpia Milano Basket Eurolega 2017

Basket serie A2 Calendario 2016/2017: tutte le partite della prossima stagione cestistica