in

Manca un mese al Festival Internazionale del Film di Roma

Manca esattamente un mese all’inizio del Festival Internazionale del Film di Roma (8-17 novembre), manifestazione che è arrivata all’ottava edizione e che quest’anno si presenta con un budget ridotto, 10 milioni di euro e sponsorizzazioni molto limitate.
Forse è per questo che gli organizzatori, con una certa ironia, hanno programmato come film di apertura per il fuoriconcorso L’ultima ruota del carro di Giovanni Veronesi, che segue Elio Germano e Ricky Memphis in una commedia corale che racconta dell’Italia e degli italiani dagli anni ’70 ad oggi.

Il festival diretto da Lamberto Mancini e guidato dal direttore artistico Marco Muller si svolge come al solito presso l’Auditorium Parco della Musica.
La struttura realizzata da Renzo Piano ha 3 sale in grado di ospitare più di duemila persone, oltre al Teatro Studio e al piccolo Studio 3.
Il viale che porta alla Cavea verrà allestito per attendere gli ospiti, diventando con i suoi 1300 metri quadri, uno dei red carpet più grandi al mondo.
E quest’anno sul tappeto passeranno diverse star, come Jennifer Lawrence, l’attrice premio oscar che passerà anche da Roma nel suo tour europeo di promozione di Hunger Games.

Ad aprire il concorso Cinema XXI, dedicato alle nuove correnti del cinema mondiale senza distinzione di genere e durata, sarà il documentario di Vincenzo Marra L’amministratore.
Il regista punta la telecamera di nuovo sulla sua Napoli, focalizzandosi sulla vita di Umberto Montella, professione amministratore di condomini nella città partenopea.
Dice Marra a proposito della trama:

“con L’amministratore ho voluto raccontare qualcosa dell’Italia di oggi […] con il mio quinto capitolo di film documentari dedicati a Napoli, ho seguito un incredibile amministratore di condominio. Grazie a lui e fedele al mio stile, sono riuscito ad entrare nelle case delle persone, quelle ricche e quelle povere, in una Napoli ai tempi della crisi, in ogni caso vitale, arrabbiata, esagerata ma sempre sorprendente.”

Specificatamente dedicata ai documentari è un’altra sezione del festival, Prospettive Doc Italia, questa inaugurata da Lettera al Presidente di Marco Santarelli.
La nuova prova del regista che lo scorso anno aveva presentato al festival Milleunanotte, racconta alcune delle storie di tutti gli uomini e donne che hanno scritto al Presidente della Repubblica, in una lunga corrispondenza archiviata al Quirinale e che Santarelli ha preso come spunto per dipingere il ritratto di un paese che è passato dal boom economico alla crisi nera di oggi.
Leggiamo nel comunicato stampa ufficiale:

“Attento narratore di storie collettive, nonché emergente del cinema documentario italiano, Santarelli racconta con grande passione civile il rapporto – immaginario – che lega gli italiani al cosiddetto potere”

Per il Concorso internazionale con 16 lungometraggi in prima mondiale abbiamo già i primi quattro titoli inglesi che gareggeranno per aggiudicarsi il Marco Aurelio d’oro:

  • Her di Spike Jonze,
  • Dallas buyers club di Jean-Marc Vallée,
  • Out of the furnace di Scott Cooper,
  • Another me di Isabel Coixet.

Il geniale regista di Being John Malkovich propone un altro film surrealista dove Joaquin Phoenix è uno scrittore solitario che si fidanza con il suo nuovo sistema operativo, ideato per assecondare ed esaudire ogni bisogno dell’utente.
Toni molto più cupi per le altre tre pellicole, Dallas Buyers Club, tratto da una storia vera, racconta la lotta di un uomo contro il virus dell’Aids; Another Me vede una donna lottare contro il suo passato oscuro; infine Scott Cooper guida Christian Bale in cerca di giustizia per il fratello scomparso in Out of the Furnace.

Caduto l’anno scorso il divieto delle anteprime mondiali, sono annunciati fuori concorso Hunger Games 2, Planes, Fear of Falling  e Young Detective Dee: Rise of the Sea Dragon 3D.

Tutta la città si apre al Festival: una parte di Cinema XXI si svolgerà presso il Maxxi, mentre il Mercato Internazionale del Film è alloggiato nella zona di via Veneto; altre iniziative collaterali saranno diffuse in tutta la città.

Puoi rimanere aggiornato sul festival con il prossimo articolo qui su UrbanPost oppure andando a curiosare nel sito ufficiale della manifestazione.

Seguici sul nostro canale Telegram

Torino Ingegnere che vende accendini

L’ingegnere che vende accendini

Stasera in diretta Tv: Gianni Morandi Live e Ballarò