in

Manchester City, Touré: “Cori razzisti contro di me, chiudete lo stadio del Cska”

Continuano gli episodi di razzismo nel calcio italiano ed europeo. Ad essere vittima dei beceri cori di scherno è stato stavolta Yaya Touré, esplosivo centrocampista in forza al Manchester City di Pellegrini.

Indignato per l’accaduto, l’ivoriano ha chiesto alla Uefa la squalifica del campo del Cska Mosca, i cui sostenitori si sono resi protagonisti di episodi simili in diverse occasioni.

Dal canto loro, i tesserati della società russa hanno dichiarato di non aver sentito i classici “buu” razzisti, ma semplici fischi indirizzati agli attaccanti inglesi.

Seguici sul nostro canale Telegram

Datagate: Francia e Germania convocano vertice con Usa e il Guardian rivela: spiati 35 leader mondiali

Adnan Januzaj

Calciomercato Manchester United: retroscena su Adnan Januzaj