in ,

Manchester United – Manchester City 1-2 highlights, sintesi e video gol Premier League

La quarta giornata della Premier League regala subito una super partita come il derby tra Manchester United e Manchester City. Lo scontro tra Guardiola e Mourinho, lo vince lo spagnolo che ha il merito di aver saputo indirizzare la partita sui suoi binari sin dai primi minuti, dimostrando anche di saper soffrire nella ripresa. Mourinho viene punito da De Bruyne, protagonista assoluto con un gol e un palo, che in un certo senso le aveva promesse al suo ex allenatore al Chelsea che non aveva mai creduto in lui. Ci sarà molto da lavorare per il portoghese, soprattutto in difesa, sperando che Pogba e Ibrahimovic possano ambientarsi al più presto.

La trama del primo tempo è subito chiara: il Manchester City gestisce il pallone, il Manchester United prova a ripartire in contropiede. Ma i ragazzi di Guardiola sono a dir poco perfetti, quelli di Mourinho, ad eccezione di Valencia, appaiono spenti. Il Manchester City non butta mai la palla, ma gli avversari chiudono bene gli spazi, così il gol del vantaggio arriva in una maniera alquanto insolita per una squadra di Guardiola: lancio lungo che Iheanacho spizzica per De Bruyne che fulmina De Gea, rimandati i centrali Bailly Blind troppo statici non solo nella circostanza, ma sempre troppo spaesati per convincere. Lo United non riesce a reagire e il City propone sprazzi di grande calcio e intorno alla mezz’ora trova anche il raddoppio. Ancora De Bruyne protagonista: azione personale, conclusione sul palo e Iheanacho, colpevolmente tenuto in gioco da Blind, segna il più facile dei gol. Il City è convinto di poter chiudere il primo tempo sul doppio vantaggio ma non ha fatto i con Ibra che approfitta di uno scontro Stones-Bravo e segna con un bel tiro al volo. Nel recupero, lo svedese ha anche due occasioni per pareggiare, ma prima colpisce centralmente di testa e poi non riesce a dare la forza giusta al pallone dopo aver superato Bravo.

A inizio ripresa Mourinho butta nella mischia HerreraRashford, al posto di due tra i peggiori in campo, ossia Lingard e Mkhitaryan. Il primo mette un po’ d’ordine al gioco dei Red Devils, mentre il secondo aggiunge subito vivacità quando salta Sagna, arriva sul fondo e offre un bel cioccolatino a Ibra che però viene disturbato da Kolarov e non riesce a concludere come avrebbe voluto. E’ tutto un alto United, ma gli avversari dimostrano di poter reggere l’urto, difendendosi alla perfezione. La partita la fa lo United, ma le migliori occasioni capitano a Otamendi e Fernandinho che per due volte chiamano in causa De Gea. Nel finale c’è l’assalto, guidato da Ibra, che però non pare ancora propriamente a suo agio con i suoi compagni. Abbastanza evanescente anche Paul Pogba che ha ancora molto da migliorare se vorrà esprimersi ai suoi livelli.

Replica Cherry Season ultima puntata 10 Settembre 2016: ecco dove vedere l’episodio

omicidio giulio regeni ultime news

Giulio Regeni: Gentiloni “segnali positivi dall’Egitto”, intanto Il Cairo ammette “controllavamo Regeni”