in ,

Mangiate troppi cibi grassi? Ora potete incolpare i vostri geni

Non solo se siete amanti dei dolci, ma anche dei cibi fritti e grassi la colpa sarebbe almeno in parte del vostro DNA; a divulgarlo è stato uno studio portato avanti dall’Università di Cambridge in Gran Bretagna che si è interessato alla mutazione del gene Mc4r, che sarebbe “difettoso” circa in una persona ogni mille e che regolerebbe l’appetito ma soprattutto quanto funzionalmente si bruciano le calorie. Lo studio, pubblicato sulla rivista “Nature Communications”, avrebbe infatti dimostrato che le persone con l’Mc4r mutato sarebbero più propense e vogliose a mangiare i cibi grassi e fritti.

I ricercatori hanno proposto a 54 volontari porzioni illimitate di Korma di pollo, ovvero un tipico piatto indiano, e in seguito hanno offerto loro un dolce inglese, l’Eton mess. I piatti proposti erano preparati con tre ricette diverse per quel che riguarda il contenuto di grassi (basso, medio e alto) ma offerte nel modo che fossero il più simili possibili sia nell’aspetto che nel gusto. Durante l’esperimento i ricercatori avrebbero potuto constatare che i 14 portatori della variante incriminata dell’Mc4r hanno mangiato più volentieri la variante grassa del Korma, sia dei 20 soggetti magri che dei 20 obesi coinvolti nello studio. A sorpresa però, arrivati al dessert, i volontari con la mutazione hanno rifiutato il dolce ricco di zuccheri.

A commentare il risultato dello studio è stato il responsabile, Sadaf Faroqi; a suo parere infatti la ricerca suggerirebbe che almeno una parte delle preferenze alimentari sia legata ai geni e quindi al DNA. Secondo quanto commentato dai ricercatori inoltre il gene Mc4r potrebbe essere mutato in passato per fronteggiare meglio i tempi di carestia.

Seguici sul nostro canale Telegram

Yahoo chiude in Italia

Yahoo Mail: l’azienda risponde a Reuters sullo scandalo “notizie fuorvianti”

tantasie intime consulenze

Erotismo, tutto quello che vuoi sapere sulle tue fantasie: consulenze gratuite in tutta Italia