in ,

Mannarino rissa, il cantautore romano condannato: ecco quanto dovrà scontare

Brutte notizie per Alessandro Mannarino e i suoi fan: il cantautore romano è stato condannato a un anno e mezzo di reclusione in seguito alla rissa avuta ad Ostia nel giugno del 2014. La vicenda ha fatto scalpore nell’ambiente musicale perché Mannarino è conosciuto soprattutto per le sue doti artistiche grazie a cui si è affermato sulla scena italiana grazie a canzoni come “Signorina” e “Scendi giù”: essere un bravissimo artista, però, non ti fa essere immune dinnanzi alla legge.

Così, nella giornata di ieri, il giudice del Tribunale di Roma, Clementina Forleo, ha condannato Mannarino a scontare un anno e mezzo di reclusione grazie alla ricostruzione del p.m. Andrea Iolis per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Inoltre, anche il fratello del cantante romano ha dovuto fare i conti con la giustizia dovendo pagare una multa di 300€. Piccola curiosità: il p.m. Iolis, in precedenza, aveva chiesto l’assoluzione di Mannarino e perciò, la decisione presa nella giornata di ieri, ha sorpreso il mondo della musica.

Mannarino si è sempre dichiarato innocente per i fatti contestati; l’autore di “Bar della Rabbia” ha sempre affermato di essere stato costretto a intervenire per tutelare l’incolumità fisica della sorella e della propria fidanzata. Il cantautore romano si è sempre detto: “Arrabbiato per come sia stata ricostruita la vicenda.” Adesso, però, dovrà scontare questa pena che lo costringerà a restare lontano dal palcoscenico per diverso tempo. Magari sarà l’occasione giusta per elaborare nuovi testi, dopo aver pubblicato il suo terzo album, “Al Monte”.

Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge uscita Italia: la data dei pre-order è stata rivelata

Sanremo 2016 finale ospiti: da Bolle a Renato Zero fino a Cristina D’Avena e Beppe Fiorello