in

Manovra 2020, Nicola Zingaretti: «Gli italiani non sono dei cogli**i»

«Noi saremo molto responsabili. Diciamo ai nostri alleati: “Secondo me si può andare avanti”. Ma nessuno continui o ricominci a piantare le bandierine sulle proprie identità, perché di questo gli italiani sono stanchi. Questo è un popolo molto paziente, gli abbiamo fatto delle promesse. È calmo. Ma gli italiani non sono dei coglioni. E quindi ora bisogna mantenere gli accordi, e bisogna rispettarli. Perché altrimenti si arrabbiano, e giustamente ci sarà una rivolta», queste le parole del segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti, che è intervenuto al programma di La7 di Massimo Giletti Non è l’Arena per parlare della Manovra 2020. Un’intervista in cui si è parlato di tutto: dai problemi riguardanti la legge di bilancio, che sta mettendo a dura prova la già precaria alleanza tra M5s e Pd, alla nascita di Italia Viva di Renzi, che secondo i sondaggi nel weekend della Leopolda è cresciuto.

leggi anche l’articolo —> Nicola Zingaretti: titolo di studio, carriera, quanto guadagna, vita privata del segretario del Pd

Manovra 2020, Nicola Zingaretti: «Gli italiani non sono dei cogli**i»

Nicola Zingaretti, sempre parlando della Manovra 2020, ha detto: «Questa legge di bilancio è stata votata in Cdm da tutti i partiti, sono stati fatti gli emendamenti e si è approvata. Basta a chi la spara più grande!». Il politico romano ha voluto rispondere agli “attacchi” di Renzi arrivati dalla Leopolda 10, la prima senza il Partito Democratico: «È un insieme di fake news. Italia viva ha sottoscritto e discusso il documento nel Consiglio dei ministri che ora sta contestando», ha detto il 54enne: «É fin troppo ovvio che le partite Iva siano un polmone vivo e che vanno aiutate, ma chiedo: perché questi temi e queste idee non si mettono in campo per portarle avanti veramente in uno spirito di solidarietà e senza astio». Un attacco neppure troppo velato poi a Teresa Bellanova, ministra delle Politiche Agricole, intervenuta alla kermesse fiorentina, che ha parlato di “bande armate” nel Pd: «Ha sbagliato: ha fatto veramente una gaffe, è scivolata su una buccia di banana perché bisogna avere memoria di cosa siano state le bande armate nel nostro Paese. Ha sbagliato, è una cosa che non si dice mai».

Manovra 2020, «Il Pd farà di tutto per andare avanti e per dare stabilità, ma…», l’avvertimento agli alleati

Sui malumori e le polemiche interne nel Conte bis, Zingaretti ha chiosato: «Nessuno faccia il furbetto se vogliamo andare avanti insieme, ma non per occupare le poltrone. Se le condizioni non ci sono, lo si dica ed evitiamo di farci del male». E ancora: «Il Pd farà di tutto per andare avanti e per dare stabilità, ma se non ci sono risultati, nel governo dobbiamo prenderne atto e dirlo agli italiani, e chi non ce l’ha fatta dovrà rispondere di questo». Il segretario del Pd e Matteo Salvini si sono poi incrociati durante la puntata di domenica sera. Intervistati in successione, Massimo Giletti è riuscito a farli incontrare: «Siamo avversari su tutto, ma ci siamo sempre detti la verità, anche le più dure e drammatiche. Siamo avversari, ma leali!», ha detto Nicola Zingaretti.

leggi anche l’articolo —> Salvini attacca Renzi: «È un pallone gonfiato, ladro di democrazia. Non lo vota nemmeno il padre!»

Ilaria Teolis Instagram, l’abito trasparente è eccitante: «Ma che bisogno c’era?»

Grande Fratello Vip 2020, Megan Montaner tra i concorrenti del reality: «Trattative a buon punto»