in

Marcello Dell’Utri non andrà in carcere

Marcello Dell’Utri non andrà in carcere, per il momento. Dopo la sentenza di condanna a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa formulata ieri dai giudici della Corte d’Appello di Palermo, oggi lo stesso collegio giudicante ha respinto la richiesta di arresto inoltrata dal Procuratore Generale del capoluogo siciliano.

Marcello Dell'Utri

Secondo i giudici della terza sezione non sussiste quindi il pericolo di fuga per l’ex senatore del Pdl, a differenza di quanto sostenuto dall’accusa che ha ottenuto la sentenza di condanno nel secondo processo d’appello.

“Ci sarà la Cassazione, ci stava l’assoluzione come ci stava la condanna”, aveva commentato ieri a caldo Marcello Dell’Utri. La secondo sentenza di condanna in appello è arrivata dopo 17 anni: il fascicolo su Dell’Utri fu aperto a Palermo nel 1994, mentre il rinvio a giudizio è del 1996. Secondo l’accusa, per oltre 30 anni l’ex manager di Publitalia avrebbe avuto rapporti con esponenti di spicco di Cosa nostra.

MARCELLO DELL’UTRI CONDANNATO A 7 ANNI

Seguici sul nostro canale Telegram

Navigazione web sicura per bambini, ecco come

Consultazioni Governo, oggi Bersani incontra Pdl, Lega e Monti