in

Marco Bocci e Giulia Michelini, amici o amanti? Ecco tutta la verità

Marco Bocci e Giulia Michelini sono i protagonisti indiscussi e i più amati della fortunata serie Squadra Antimafia: per anni gli amanti della fiction si sono chiesti se Domenico Calcaterra e Rosy Abate fossero amanti anche lontani dalle telecamere, ma i due non si erano mai esposti a riguardo, fino ad ora. Bocci e la Michelini infatti hanno finalmente parlato della loro relazione, durante un’intervista rilasciata al settimanale Oggi, smentendo tutti i rumors e i pettegolezzi circa una loro presunta storia d’amore.

i due sono sempre stati solamente amici

“Ho sempre smentito una relazione con Marco, tra noi non c’è mai stato nulla. Siamo solo amici e credo molto in un rapporto d’amicizia con un uomo. E’ indubbio che Marco Bocci sia un bellissimo ragazzo e abbia un sex appeal non indifferente. Appena l’ho conosciuto ho detto ‘Ammazza che fregno!’. Ma la cosa si è fermata lì. Lo vedo un po’ come il mio alter ego maschile, anche lui con i miei stessi sbalzi d’umore. Però ha una dote unica: riesce a resuscitarmi il sorriso quando sono giù. Se sul set mi arrabbio, m gari lui dice una cosa e tutto gira di nuovo bene. E’ la mia medicina nei momenti storti”. Queste le parole di Giulia, che considera il marito di Laura Chiatti praticamente un fratello, in grado di ascoltare e sdrammatizzare ogni situazione, ma di essere sentimentale e partecipe al momento giusto.

Dal canto suo invece Bocci ribadisce il fatto che l’amicizia tra uomo e donna, almeno a suo dire, esista davvero: “L’amicizia non ha sesso, questo mi dice l’esperienza. Ho amiche che mi porto dietro da venticinque anni, senza che ci siano stati coinvolgimenti. Non mi è mai capitato di iniziare un rapporto come amicizia, e poi rivederlo perché era qualcos’altro”. Insomma Mimmo e Rosy sono amanti, Marco e Giulia no!

Silvana Pampanini ricoverata

Matteo Salvini, Domenica Live puntata 28 settembre 2014: dichiarazioni “forti” sull’emergenza migranti

arcipelago gulag creatività artistica

Mosca, attacco al Nobel Solženicyn: “Arcipelago Gulag, creatività artistica”