in ,

Marco Pantani, ultime novità sulle indagini: un fax dimenticato cambia l’ora della sua morte

Ci sono delle novità sul caso Marco Pantani, il campione di ciclismo morto a Rimini il 14 febbraio del 2004. La Procura di Rimini lo scorso agosto ha riaperto le indagini con l’ipotesi di omicidio, per far luce sulle reali cause del suo decesso. E nelle ultime ore sono emerse delle clamorose indiscrezioni secondo cui in un fax dimenticato, rinvenuto insieme ad altre vecchie carte investigative, sarebbe indicato un orario di decesso diverso da quello accertato durante la prima inchiesta.Marco Pantani indagini novità

Il fax fu inviato dal medico legale Giuseppe Fortuni al magistrato di Rimini, Paolo Gengarelli, alle 20.50 del 16 febbraio 2004, esattamente 48 ore dopo la scoperta del cadavere di Pantani nel residence. Sul comunicato la dicitura: “riservato e urgente”. E poi una descrizione dettagliata di quanto riscontrato: “Al termine dell’esame autoptico sulla salma, la informo che il decesso può datare attorno alle ore 17 del 14 febbraio 2004… Allo stato attuale delle indagini medico-legali, la causa può essere indicata in un collasso cardiocircolatorio terminale”. Ed è qui che la vicenda si tinge di giallo.

Nel rapporto definitivo depositato da Giuseppe Fortuni circa un mese dopo, il decesso dell’atleta è invece collocato tra le 11.30 e le 12.30, indicazione peraltro confermata anche dai dati raccolti dal dottor Francesco Toni, in seguito alla prima ispezione sul cadavere di Pantani fatta nel Residence Le Rose di Rimini. Perché questa incongruenza? L’orario in questione è stato inoltre confermato anche da una recente perizia fatta dal prof. Francesco Maria Avato – consulente della famiglia Pantani – il quale posticipa la morte del ciclista di soli 15 minuti. La Procura ora dovrà capire per quale motivo sia stato formalizzato un orario di morte che invece è contraddetto da evidenze scientifiche. Nelle nuove indagini, anche altri punti oscuri: le impronte digitali e la cocaina su un bicchiere e una bottiglia accanto al corpo del corridore sempre trascurate dagli investigatori e, soprattutto, le lancette del pregiato Rolex Daytona al polso di Pantani, ferme alle 17 (stessa ora indicata nel fax di Fortuni). L’orologio è stato sequestrato da tecnici esperti che lo sottoporranno a perizia.

Le 5 cose che l’uomo guarda (davvero) in una donna

como Ied

ComON 2014: la risposta concreta alla fuffa della settimana della moda meneghina